Animali

Cosa mangia un passero?

Qualche giorno fa ho trovato un cappellino sulla mia terrazza. Non avrei più di 3-4 giorni e pensavo che non sarei sopravvissuto, ma ecco, una settimana dopo. Sto informando e imparando, e da quando sono diventato un esperto nell'allevamento del passero, spiego come l'ho fatto, nel caso ne incontrassi uno.

Ciò che in linea di principio sembra molto complicato è facile quando impari. Nei negozi di animali vendono cibo speciale per uccellini. Quello che ho comprato si chiama Exact, e funziona molto bene, dal momento che è stato terribile da quando ho iniziato a usarlo. È sotto forma di una polvere, che viene mescolata con acqua per preparare un porridge simile a quello dei bambini umani. Quindi usi una siringa per dargli il cibo. L'estremità della siringa è molto simile al becco della madre, ed è molto facile darle il cibo in quel modo. Esercitati un po 'prima con la siringa per calcolare la forza e la velocità, per non mettere troppo cibo in bocca.

Mentre ottieni il cibo giusto, puoi nutrirlo con un porridge fatto con una miscela di cibo per gatti in scatola, mollica di pane integrale e uovo sodo. In nessun caso il latte deve essere somministrato. Né il becco dovrebbe essere forzato ad aprirsi.

Se è molto piccolo, deve essere somministrato molto frequentemente, ogni 20 minuti o mezz'ora. Anche se lo stesso uccello ti chiederà e stabilirà il suo ritmo. Puoi vedere il suo buco nel collo, pieno di cibo. È il luogo in cui lo immagazzinano e da lì entra nello stomaco quando ne hanno bisogno. È importante controllare ciò che rende la cacca e che non è costipato. Se lo è, prepara un porridge più liquido.

La temperatura è molto importante Ho fatto un nido in una tazza, con un pezzo di asciugamano e carta igienica in cima. Ho coperto la tazza lasciando una fessura e l'ho posizionata accanto a una lampada con una lampadina da 40 watt. La lampadina riscalda lo schermo della lampada e trasmette calore che non brucia il nido / tazza. All'inizio ho controllato ogni pochi minuti fino a quando ho notato che la temperatura era adeguata e l'uccello è a suo agio. Se è caldo avrà il becco aperto e se fa freddo noterai la sua pelle fredda. La temperatura del cappello è di circa 40 gradi Celsius o superiore, quindi quando lo tocchi lo sentirai caldo se ha una temperatura adeguata.

Se hai del cibo rimasto, puoi usare un bastoncino imbevuto d'acqua per pulirlo.

Con circa due settimane di vita, i gurriatos volantones lasciano il nido, ma i genitori sono ancora vicini e consapevoli di loro e li nutrono per altre due settimane, fino a quando gli uccelli si uniscono ad altri giovani passeri e diventano completamente indipendenti. Pertanto, per rilasciarli dovrai effettuare quella transizione, lasciandoli fuori dal nido in un posto dove possono praticare il volo (devono imparare ad atterrare e stabilirsi in vari luoghi). Ho pensato di metterlo in una gabbia sulla terrazza, di fargli praticare il volo a casa e quando è pronto a lasciare la porta della gabbia aperta per fare ciò che vuole. Se lo fai, è molto probabile che continuerai a mangiare per un po 'a casa tua e rimanere nella zona e visitarti frequentemente.

Infine, ho usato i fiori di Bach per diversi giorni, che penso siano stati molto importanti per lui per sopravvivere mentre ho imparato a coltivarlo bene. Ho usato Rescue Remedy, che dovrebbe sempre essere usato quando lo trovo, prima di provare a dargli da mangiare, mentre lo scaldi con la mano. Ho anche usato Olive, perché sembrava fisicamente debole. Quando ho aperto gli occhi gli ho dato mimulus, perché ha mostrato un po 'di paura. Ora è sfacciato, mangia molto bene e non ha bisogno dei fiori di Bach. Spero di vederti volare presto libero.

Se lo desideri, copialo e invialo online.

Specie di passero

Il passero è un uccello originario dell'Africa e da alcune regioni di Europa e Asia, dove abbonda di campi e giardini. Si distingue dalle altre specie per le sue dimensioni ridotte e le tonalità marroni. Inoltre, è un uccello che non cammina, ma si muove in piccoli salti.

Secondo la Società ornitologica spagnola ci sono 26 specie di passeri nel mondo, ma ti mostreremo le tre più popolari e conosciute:

Passero dalla corona bianca

il passero dalla corona bianca (Zonotrichia leucophrys) è originario degli Stati Uniti e del Canada, dove vive in aree con arbusti abbondanti. Il piumaggio è grigiastro, la testa ha strisce bianche e nere e le ali sono marroni. È organizzato in gruppi di diverse persone per trovare cibo.

Sabanero Sparrow

il passero sabanero (Ammodramus savannarum) vive negli Stati Uniti, nelle Antille e in Canada, dove preferisce zone temperate, paludi e tundra. Il piumaggio è marrone o grigio con strisce sulla schiena e sul petto, inoltre ha una specie di sopracciglio di colore chiaro sopra gli occhi. È un uccello migratore, quindi è comune osservarlo mentre viaggia in gruppo in determinati periodi dell'anno.

Cosa fare se trovo un passero?

Se hai trovato un passero che è caduto dal nido, molto probabilmente penserai a raccoglierlo e prendertene cura. Tuttavia, potrebbe essere caduto a causa del vento o sta effettuando i suoi primi voli. Quindi, la prima cosa che ti consigliamo è di rimanere distanza prudenziale per un po 'e aspettare che arrivino i loro genitori raccoglilo. Altrimenti, puoi aiutare prendendoti cura di lui.

D'altra parte, se non si osserva alcun nido nelle vicinanze e si considera che il passero è ferito o in pericolo, si consiglia di agire rapidamente e portarlo a un clinica veterinaria, poiché alcuni problemi di salute, come un'infestazione parassitaria o una frattura, richiedono un trattamento specializzato.

Prima di approfondire la dieta del passero dovresti conoscere alcune cure di base. È molto importante preparare un posto dove riposare. Se parliamo di un piccione o un uccello adulto, è consigliabile utilizzare a gabbia condizionata con nido. Cerca in qualsiasi negozio di prodotti animali un nido completamente chiuso e posiziona i materiali all'interno per farti sentire più a tuo agio, ad esempio pelo di capra o fibra di cocco.

Posiziona a contenitore dell'acqua, anche se quelli con un sistema a goccia non sono raccomandati, poiché potrebbero annegare accidentalmente. Il modo appropriato è usare una bottiglia per parrocchetti con pitorro, che consentirà all'uccello di appoggiarsi a bere senza alcun problema. Devi anche avere un alimentatore.

Infine, si consiglia di tenere aperta la gabbia in a sito ventilato dove arriva la luce del sole, ma non direttamente, poiché un'esposizione prolungata può essere dannosa per l'animale. La luce solare, tuttavia, è utile per lo sviluppo di pigmenti nelle ali della prole di questa specie.

Nel caso in cui tu abbia trovato un uccello appena nato, l'ideale è metterlo in un scatola di cartone chiusa, con buchi, in cui è necessario posizionare un nido aperto correttamente fissato, in modo che possa rifugiarsi e mantenere la temperatura corporea.

Come nutrire un passero neonato>

Si consiglia di nutrire un passero appena nato non fornire cibo solido, poiché non sono in grado di digerirli correttamente. È preferibile nutrirlo con pappa pasta da riproduzione casalinga o commerciale per insettivori, e fornita con a siringa senza ago quello andrà direttamente alla bocca dell'animale. Il porridge non dovrebbe mai essere preparato con prodotti lattiero-caseari, poiché significherebbe la morte del passero, poiché la specie non li tollera.

Mentre lo nutri, devi assicurarti non macchiare l'animaleBene, questo si traduce in un problema se il porridge si asciuga nel suo piumaggio. Inoltre, non dimenticare di controllare che i passaggi nasali siano privi di ostruzioni in modo da respirare correttamente. Si consiglia vivamente di consultare un veterinario. Questa dieta dovrebbe essere offerta fino alla seconda o terza settimana di vita, fino a quando il suo piumaggio inizia a svilupparsi.

In questo video puoi imparare a nutrire un passero appena nato:

L'alimentazione del passero

Quando il passero ha un posto adatto per riposare, è necessario nutrirlo in modo da ottenere i nutrienti necessari per la sua crescita e sviluppo. L'alimentazione del passero varia a seconda della tua etàBene, non è lo stesso quando è neonato rispetto a quando è un adulto.

A questo proposito, seguire le seguenti raccomandazioni:

Cosa mangia un passero?

Dalla seconda o terza settimana di vita e fino a quando il passero raggiunge circa due mesi di età, dobbiamo iniziare a modificare la sua dieta. Il più consigliabile è acquisire pasta di covata per insettivori, che possiamo trovare in qualsiasi clinica veterinaria di animali esotici o nei negozi di prodotti per animali domestici.

il pasta da riproduzione per insettivori Di solito contiene piccoli insetti, come vermi, mosche, crostacei o lumache, tutti disidratati e macinati. Seguiremo le istruzioni per l'uso del prodotto, che generalmente raccomandano di aggiungere acqua per renderlo più appetibile.

In caso di emergenza, possiamo usare l'uso cibo per gatti Per nutrire un passero. Ti consigliamo di scegliere un prodotto di buona qualità. Lo inumidiremo finché non sarà molto morbido e lo schiacceremo in modo che il passero sia in grado di digerirlo facilmente.

Cosa mangia un passero adulto?

Al raggiungimento dell'età adulta, i passeri sono molto utili per essere umani, poiché si nutrono di a gran numero di insetti ed eliminare completamente i parassiti presenti nelle aree o nei campi in cui vivono. Tuttavia, quando non ci sono insetti da mangiare, i passeri si nutrono di semi, in particolare grano proveniente da piantagioni, causando problemi agli agricoltori.

Ecco perché, se hai salvato un passero adulto, è meglio acquistare un combinazione di semi e cereali per gli uccelli selvatici, che di solito includono grano, mais, avena o soia. Può contenere anche miscele di erbe e frutta. È possibile trovarlo in qualsiasi negozio di prodotti per animali.

In ogni caso, è consigliabile combinare il cibo preparato con frutta e verdura fresca, al momento forniamo pasta da riproduzione per insettivori.

Se vuoi leggere altri articoli simili a Cosa mangia un passero?, ti consigliamo di accedere alla nostra sezione Diete bilanciate.

Pasta fatta in casa per l'allevamento di passeri

Preparare la pasta di covata Con l'alimentazione per gatti è molto semplice, devi solo aggiungere la quantità di alimentazione che desideri, anche se con un cucchiaino è più che sufficiente e aggiungere acqua fino a quando la crocchetta non si è bagnata abbastanza. In questo caso, schiacciare con una forchetta o un cucchiaio per creare un porridge omogeneo.

Se la pasta fatta in casa è troppo densa e ha difficoltà a mangiare, è preferibile aggiungere un po 'più di acqua per renderla più liquida. Un'altra opzione totalmente valida è preparare una pasta più leggera in termini di consistenza, a base di semi di soia (ricorda che i passeri non possono bere latte animale), farina di grano e abbastanza uovo crudo in modo che non sia troppo denso Non troppo liquido.

Man mano che il passero cresce, puoi offrire il cibo su un piatto per beccarlo da lì. La cosa più consigliabile è che sia cibo per canarini, perché altri tipi di alimenti sono dannosi.

Come nutrire un passero?

Il raccolto è una piccola membrana che si trova alla base del collo e che fornisce il cibo allo stomaco a poco a poco. Quando dai da mangiare all'allevamento di passeri devi verificare che il raccolto non sia pieno. Per fare questo, sentiti delicatamente appena sotto la testa, se senti un piccolo nodulo rotondo saprai che il raccolto è pieno. Non ti preoccupare, presto sarai in grado di identificarlo semplicemente guardandolo. Dovresti nutrire il passero ogni volta che vedi il raccolto vuoto, circa ogni due o tre ore. Se noti che il raccolto non si svuota, vai dal veterinario.

il modo corretto di nutrire un passero È con una siringa, preferibilmente solo 5 millilitri o il più piccolo che si ottiene. Una volta che lo hai, rimuovi l'ago e riempilo con del cibo. Se l'urto del passero è vuoto, porta l'ugello della siringa nell'angolo del beccuccio, espellere un po 'di cibo per notare, aprire e ricevere il cibo. È preferibile farlo ai lati del becco e non di fronte, in quanto potresti depositare il cibo direttamente in gola e questo, oltre ad essere spiacevole per l'uccello, può causare soffocamento. Allo stesso modo, introdurre la siringa all'interno del becco non appena si inizia a nutrire il passero può farti venire voglia di non mangiare a causa dello stress della situazione. È meglio andare a poco a poco, lasciando che sia lui a segnare i tempi.

Se viene versato del cibo, puliscilo immediatamente con un bastoncino o un panno umido, altrimenti si asciugherà sulle piume e sarà più difficile da rimuovere. Una volta che vedi il ritaglio completo, il passero sarà soddisfatto.

Se ti chiedi quanto spesso devi nutrire il passero, l'ideale è farlo ogni due ore approssimativamente, anche se tutto dipenderà da ogni copia e da cosa mangi. In questo senso, è essenziale non aprire il becco dell'allevamento con la forza, poiché ciò genererebbe molto stress e ostacolerebbe il compito. All'inizio, può essere normale ammettere solo l'acqua, quindi dovresti provare fino a quando non riesci ad aprire il becco e ad accettare il cibo. Se dopo 24-48 ore non mangi ancora, vai dal veterinario il prima possibile.

Come insegnare a un passero a mangiare da solo?

Quando il passero incontra il due mesi di vita, sarà pronto per iniziare a mangiare da solo. Metti il ​​cibo in un contenitore vicino all'acqua in modo che si abitui. All'inizio non sarà in grado di mangiare e nient'altro beccherà il contenitore, durante questo periodo continua a dargli da mangiare con la siringa, ma sospende il pasto del mattino in modo da sviluppare l'istinto per cercare il proprio cibo. Se vedi che costa un po ', metti una piccola porzione nel palmo della tua mano e, a poco a poco, guidalo nel posto giusto.

Guarda che il tuo passero non è attraente mentre impari a mangiare. Prova a dare diversi tipi di cibo e prova a ruotarli più volte al giorno. il alimentazionedel passero adulto È vario, puoi mangiare diversi semi, mais, grano o soia. Possono anche nutrirsi di avena e alcuni piccoli insetti. Non perdere l'articolo "Cosa mangia un passero" per sapere come introdurre questo nuovo cibo.

Crescita di un passero

Se vuoi allevare il passero in cattività dovresti cercare una gabbia comoda con barre larghe. Una volta che lo hai, dovresti metterlo in un luogo dove non dà luce solare diretta. Inoltre, tieni aperta la porta della gabbia in modo da non sentirti confinata. Il passero è un animale molto socievole, quindi se ti siedi in un ambiente confortevole all'interno della gabbia e hai sempre cibo e acqua, tornerà al nido che hai costruito.

Presta attenzione ai suoni del tuo nuovo animale domestico, se noti che fa pipì in eccesso non significa che sia molto felice, al contrario, può essere un sintomo che è stressato, che può essere letale.

Se vuoi lascia libero il passero, devi assicurarti che sia in grado di nutrirsi, di volare in perfette condizioni e, in generale, di sopravvivere. Inoltre, è importante tenere conto del tempo, poiché se lo rilasci in pieno inverno con probabilità totale non sopravviverà senza il calore della tua casa, l'ideale è farlo in primavera o in estate. Una volta scoperto che non ha bisogno che tu mangi, devi apportare il cambiamento progressivamente, quindi non è consigliabile rilasciarlo in un luogo lontano da casa o farlo improvvisamente, perché non hai ancora imparato dove sono i pericoli o come allontanarsi da loro. Qualcosa di semplice come sapere in quale ramo puoi porre non lo sa perché non sei stato cresciuto con altri del tuo genere. Quindi, prima lascia che entri in contatto con l'esterno e altri passeri sigillando le finestre con, ad esempio, una zanzariera o una rete, e lasciando il giovane passero libero a casa. In questo modo, puoi appollaiarti sulla finestra, osservare ciò che è fuori e persino interagire con i passeri che si avvicinano.

Man mano che ti abitui a questo contatto, puoi rimuovere la zanzariera e aprire la finestra in modo che sia solo lui a decidere quando partire. Naturalmente, tieni la gabbia chiusa e aperta in modo da poter entrare di nuovo se vuoi. Ricorda che la tua casa e il nido che hai preparato è l'unica casa che conosce, e c'è la possibilità che tu non voglia vivere all'estero in modo permanente.

Se non ci sono passeri selvatici vicino a casa tua, il rilascio del passero è complicato. Per questi casi, consigliamo andare nei centri di recupero e liberazione della fauna selvatica essere avvisato.

Se vuoi leggere altri articoli simili a Come allevare un passero?, ti consigliamo di accedere alla nostra sezione Assistenza di base.

325 commenti:

Rosana disse:
Tere è bello che la tua pagina offra tenerezza e Cuqui è bello. Il video è spettacolare. Tutto ciò conferma ciò che già so, e cioè che sei una persona eccellente, affetto, Ro.

Ho trovato un passero. Ci credevo con una gamba rotta. L'ho preso con grande delicatezza, l'ho portato a casa mia. Una volta in casa, gli ho dato dell'acqua. Sembrava che tutto stesse andando bene. Poi ho fatto l'errore più grande: le ho dato il LATTE CON PANE. All'inizio sembrava ingoiarlo. Era molto piccola, era quasi nuda, anche se avevi le piume delle ali. Era distesa in avanti, appoggiando la testa sul pavimento, è come se non potesse sollevarla. Mi ha dato gioia, ma a 4 o 5 ore, è morto, ha iniziato a respirare male. Non so che cosa ho fatto di sbagliato, ma vedendo i forum, era certo che non tollerava il latte, quindi la testolina lo aveva come senza reggiseno. Stava succedendo qualcosa, vorrei sapere di cosa è morto, ma sicuramente il latte non gli ha fatto bene. maledetta cultura popolare. Sono stato piuttosto male, anche se preferisco dimenticare l'episodio perché divento triste e indifeso. Grazie per questo blog, Dani.
[email protected], mi dispiace molto per la mia ignoranza! :-(

Penso che non sia a causa del latte perché avevo un passero che gli ha dato pane e latte all'inizio e non è morto quando ha imparato a volare lo lasciamo andare

Ciao Dani, non dovresti incolpare te stesso per la morte del passero, sicuramente la caduta è stata forte, e forse ha avuto un collo danneggiato, non perché gli hai dato il latte una volta morto, stai calmo, è morto della caduta, non hai avuto colpa Al contrario, hai fatto tutto il possibile per lui, spero che presto troverai un altro piccolo bambino e questa volta puoi tirarlo fuori!
un abbraccio
Teresa

Qualcosa di simile mi è successo e mi sono preso cura dei passeri che sono caduti e sono sempre morti negli ultimi anni, ma so che ho fatto quello che potevo

Ciao, potresti aiutarmi? oggi ho trovato un passero comune non molto piccolo ma non ancora in volo, ben volando per distanze molto brevi ma non alte, e vorrei sapere le cure necessarie per poi rilasciarlo, per favore non voglio che ti succeda qualcosa di brutto.

Ciao Teresa, mi dispiace disturbarla, ma se trovi un altro passero da solo senza i genitori, la lascerai morire? O la porterai a casa come Cuqui?

Ciao Teresa, grazie mille per queste informazioni e consigli, mi stanno servendo molto. Il ragazzino è molto desideroso di mangiare ed è abbastanza attivo anche molto coraggioso hehe perché le mie due ninfe sono molto pettegolezzi e mi mettono in cima alla gabbia dove ho Mika (passero) e invece di spaventarmi sale sopra per avvicinarti a loro, grazie ancora per tutti i tuoi consigli

Ciao Izan! Sono contento che questo uccellino vada avanti, in pochi giorni gli mostra la pasta da riproduzione e le palline schiacciate su un piatto, così si abitua a mangiare da solo a poco a poco, anche mettere pangrattato, biscotti. e alpiste, che sebbene all'inizio non lo voglia, vedrai come imparerà solo a sbucciarlo.
Buona fortuna con lui!

Sai Teresa, spero di aver già avuto la mia casa come te, ma sono ancora un ragazzo di 14 anni con l'amore per gli uccelli fantastici da catturare e dar loro da mangiare, ma la cosa brutta se li avessi a casa. Devono vivere in una gabbia perché mia madre dice che non li lascerò perdere perché la cacca verrà pompata ovunque e non ho voglia di aspettare altri 10 anni per avere la mia casa con il mio piccolo bambino cresciuto e il mio fianco perché non lo sono Mi darebbe fastidio pulire le sue poppe, puoi pulire la cacca che viene gettata sul divano negli animali imbalsamati e che e ti hanno insegnato ad andare in un posto per farli, per favore rispondi che è quasi estate e già due anni fa un bambino sul pavimento ma meno di quanto non fossi con i suoi papà e l'ho lasciato lì, grazie se mi rispondi a molti baci Teresa :) e quando vai a rispondermi se entri nel blog chiamami Jose Luis che è il mio nome.

Ciao, vorrei sapere se è sufficiente toglierlo 2 o 3 ore al giorno dalla tua gabbia a casa
Lavoriamo tutti, ho un pappagallo e due ninfe che prendo ogni giorno per 2-6 ore a seconda del giorno, è necessario portarlo fuori ogni giorno? Come lo hai? non hai paura di essere messo dietro un mobile che è la mia più grande paura grazie in anticipo

L'arredamento è spaventoso, ma per me il mio cantante si è messo sotto il divano e l'ho tirato fuori ed è stato 3 anni ed è già 4 anni

Ciao Alfonso,
vive nella sua gabbia che si appoggia all'angolo della cucina dove mangiamo, e ha la porta sempre aperta, ama la sua gabbia e non ne esce affatto, e io sono calmo anche avendo tutta la casa aperta, sì, come Ho una zanzariera nella finestra, che è accanto ad essa, rimango più calma, ma ho il resto aperto. Per toglierlo perché voglio portarlo nella stanza per un po ', non vedere i giri che mi dà prendere, perché non vuole andarsene, poiché quella è la sua casetta dove tutto è controllato. Se il tuo si è adattato alla chiusura, nessun problema, portalo fuori ogni giorno per un po ', anche se ti dico già che l'ideale sarebbe sentirsi liberi con la sua porta aperta, sono fatti per la loro cabina e da lì non vogliono andarsene.
Cordiali saluti,
Teresa

grazie mille teresade sei di grande aiuto spero che tu continui ad aiutare più gorriencillos mentre intendo fare lol

Ciao Teresa, il mio passero sta andando avanti, ha già un mese e una settimana. Consiglieresti di prolungare ogni scatto? Ora ti sto dando pasta di covata, pasta di insetti, riso, pane bagnato e biscotti bagnati. Consiglieresti di introdurmi di più? hai un blog fantastico

Ciao Alfonso, complimenti per l'uccello. È bene che tu metta un uccello in quella miscela, e vai a lasciare un piatto con semi di uccello e un po 'di pasta secca nella gabbia, che mangerà gradualmente da solo, tieni presente che a questa età stanno già volando e mangiano da soli .
Cordiali saluti,
Teresa

Teresa, non so se l'ho incasinata, ho un passero che penso sia volandón, mio ​​padre me lo ha portato, ma non credo che sia stato tirato fuori dal nido di mia iniziativa, dal momento che c'è stata una tempesta impressionante un'ora prima di raccoglierlo, ed è stato lasciato catturato, non volò e ebbe una fame atroce. Ho già 15 giorni e il mio dubbio è se lasciarlo nello stesso posto o continuare a prendertene cura. Non so se vola o no, non oso lasciarlo cadere a casa (ce l'ho in una gabbia con nido fatto con strisce di giornale, ma la gabbia è sempre chiusa sul balcone del 5 ° piano), la casa è piena di oggetti e scaffali per libri e se si mette dietro qualcosa e muore mi viene un infarto. Mangia come un posseduto, do riso bollito, canarino per canarini, pasta insettivora (l'ho già asciugata), piccoli pezzi di frutta e pezzi di pane immersi nell'acqua. Mangia se stesso ed è molto spaventato. Quando mi vede non è più spaventato, ho paura di liberarlo e che si fida di ogni pericolo. Cosa fare? Grazie
Piccolo angelo

Ciao Angelita, non l'hai infastidita, l'hai semplicemente salvato da morte certa, è caduto dal suo nido presto come ha fatto con il mio, e il suo angelo custode, tuo padre, è arrivato e lo ha salvato. E grazie alle tue cure, sempre con te. Se è abituato alla sua gabbia, non morirà, ti dico, ho Cuqui in cucina con la porta della sua gabbia aperta, ma lei è molto rara ad andarsene, è super felice, ha tutto: le sue mangiatoie piene di becchime, si attacca ad apollarse, il suo dondolio, che non si vede come oscilla!, un giocattolo con palline colorate, un osso di seppia, che è ottimo per il calcio, e lo adora, e quando ci sediamo a tavola, mi mette alla porta della sua gabbia per chiedere cibo, e io gli do sempre piccoli pezzi di cibo, gli piace tutto! È super felice, quindi vedo che potresti provare ad avere il tuo uccellino dentro e abituarti alla sua gabbia. Se vedi che stai attraversando la casa e vedi che nella sua gabbia va bene, non morirà più, metti le sue mangiatoie per uccelli, dagli un bacio (riso non troppo cotto che il mio veterinario mi ha detto che è amido e la pasta è fatta dentro e il raccolto è pieno e non va bene, evitatelo, due o tre graniti, niente di più) Avevo prima di Cuqui un altro papillon che viveva felicemente nella sua gabbia, l'ho tirato fuori di tanto in tanto, anche se non era rimasto prendi perché ero felice dentro, e stavo andando a un mazzo di fiori che era nella mia camera da letto e il mio libro e poi non si è mosso, e ha vissuto sette anni super felice nella sua gabbia. Pertanto, se lasci andare adesso, potresti non sapere come vivere da solo e morirai, prova quello che ti ho detto, tra qualche giorno saprà che la piccola gabbia è la sua casa e sarà super felice. Me lo dici già!

Holaa :) Avevo 4 passeri piccoli perché ho un nido a casa e quasi sempre cadono. 1 di loro è sopravvissuto perché l'ho messo nel suo nido (c'erano ancora prole) e gli altri 3 sono morti (ho dato loro il latte. :(). Oggi ho trovato 2 cuccioli caduti dal nido (il nido si affaccia su un cortile con pareti dove non possono per andarsene) e li ho presi e li ho messi nel nido (non c'erano più discendenti.) Dopo un po 'ho guardato fuori ed erano caduti di nuovo. Sono andato a rimetterli e un bambino è volato via (ero abbastanza felice : D) ma l'altro è più piccolo e solo svolazza. L'ho preso e lasciato nel nido. Sono tornato dopo un po 'e ho visto che faceva capolino, suppongo di chiamare la madre. E sono un casino perché se la mamma non torna? Cosa posso fare? Lo prendo? Non ho tempo o soldi per occuparmene :( grazie :)

Ciao, per favore, non lasciarla morire, non è una questione di soldi perché non costa nulla nutrire un berretto, solo una piccola dedica, quindi puoi rilasciarlo, ma prendilo il prima possibile, la madre non la nutrirà più , una volta che qualcuno guarda fuori anche il nido li lascia, pio perché ha fame e in poche ore morirà. Dagli prima l'acqua, mettila in bocca e con la tua zanzara sicuro che sarai morto di sete e disidratato, quindi se hai un cane o un gatto, schiaccia alcune palline e prepara una pasta con acqua, apri il becco e dai un pelo , quando vede che è cibo, il prossimo lo farà solo, se non hai cibo per cani, può servirti biscotti, pane, ma per favore, dagli dell'acqua e del cibo o morirà. Guarda la sezione su come nutrirli e mangiarli. Saluti, Teresa

ciao! Ho trovato un piccione passero per strada e l'ho portato a casa, gli ho dato dell'acqua ed era super buono. Stavo spiando e saltando. Dopo un'ora ho deciso di portarlo fuori sull'erba per vedere cosa stava facendo, ma dopo un po 'ha già iniziato a contorcersi Riporta la testa indietro. L'ho rimessa nella scatola e ho continuato a farlo per mezz'ora in più fino alla morte. Che cosa ho fatto di sbagliato? Mi rende triste.

è complicato, avrebbe potuto essere affamato, freddo, che era già male. Non lasciarti sopraffare, sono uccellini molto fragili e hai fatto del tuo meglio per lui. Un abbraccio, Teresa

Ieri ho trovato un passero, piuttosto ho detto che è stato salvato dai cespugli, gli sto dando da mangiare ed è abbastanza buono finora è in una scatola e lo porto fuori in una specie di gabbia che prende per me, e penso che si abitui sempre di più la mia.
Grazie mille per l'aiuto, ma se mi dici questo e mi dai un piccolo aiuto, sarebbe molto bello essere in grado di prendersi più cura di questo passero.
FELIPE

Ciao Felipe, te l'ho già detto per posta, ma sai, anche un bambino, che non fa freddo, metti dei cotoni che si rifugerà in loro, e che non gli manchino i suoi colpi di cibo e si prenda cura degli altri animali che hai a casa non fargli niente. Buona fortuna con lui!
Teresa

grazie mille Teresa per aver risposto alla mail e per i commenti e anche per i consigli e sei una persona eccezionale

Ciao
Volevo ringraziarti per i consigli che mi hanno aiutato molto ora il mio passero sta imparando a mangiare da solo e ha già una piccola coda grazie per tutto

Che gioia Ora, prenditi cura di lui e divertiti, vedrai quello che vuoi una piccola cosa così piccola! un abbraccio, Teresa

hey teresa non so dove siano i nidi di passero, e ne voglio anche uno, ma voglio solo sapere dove sono i nidi nel caso in cui uno cada e se ne occupi

Ciao, ho adorato il forum molto utile e la verità è molto tenera. Mi sono ritrovato un giorno fa, un piccione di passero, e lei mangia bene, ma è un po 'arisca, spero che sopravviva. Non ho avuto fortuna quando ero una ragazza e morivano sempre, ma ora so come comportarmi grazie e spero che la mia pia cresca come il suo cqui
saluti daya !!

Ciao, ieri ho portato una casa di passero, gli sto dando da mangiare con una cannuccia e un miagon con acqua, la porto sempre fuori in cortile per ascoltare altri passeri e canta anche lei, è femmina. Ne avevo un'altra che è durata 4 anni ed è morta , ma perché ero più vecchio, vivace video e blog e ho molti cuccioli :)

Ciao. Che bella storia!
Siamo anche della razza di "salvatori di passeri", abbiamo un passero che ha due anni, assomiglia molto al tuo.
Il fatto è che abbiamo raccolto un secondo passero, anche se abbiamo dubitato molto perché non vogliamo che sia domestico. Ogni volta che arriva l'estate e vediamo il resto degli uccelli liberi che vengono a visitare il nostro uccello, ci dispiace molto.
Pertanto, questa volta vogliamo rilasciarlo prima che si affezioni a noi e noi con lui. Inoltre, il nostro uccello lo attacca, non credo sia una buona idea metterli insieme.
Lo abbiamo nel patio delle luci e abbiamo pensato di dargli da mangiare ogni ora senza vederci molto, e lasciare aperta la porta della gabbia per uscire e entrare in semi-libertà.
Cosa ne pensi, risulterà? Quali altri consigli puoi darci?
Mille Grazie!

Hola, me parece un idea estupenda que poquito a poco le deis semilibertad al pichoncito hasta que él la asuma del todo. Lo estais haciendo muy bien,lo ideal es dejarle una jaulita abierta en el patio con alpiste, y es muy posible que él mismo una vez encuentre pareja, se la traiga al patio para comer juntos del alpiste, sé ya varios casos asi y es super gratificante, ¡suerte!

Yo durante los últimos 7 años me he encontrado pajaritos y los he cuidado pero una cosa que digo es que no se toque mucho porque se podra morir

Urgente.Hola. qué puedo hacer con una cría de gorrión con una pata quebrada. Come bien pero la pataña la pata la tiene mal, incluso tiene un hematoma o ¿hemorragia?

Hola, porfa, llevalo urgentemente a un veterinario, los hay muchos cada vez mas especializados en aves, él le entablillará la patita y le quedará como nueva, de hecho Cuqui tiene un dedito roto, al final se le quedó torcido, pero la patita te las saben entablillar, se inmovilia con un palito que les ponene y en poco tiempo se le quedará bien, pero hazlo por favor, ya me cuentas! un abbraccio

Hola, hoy he encontrado una cria de gorrión en mitad de la calle, he dudado, pero me he decidido a atraerla a casa, pues en mitad de una calle con bastante tránsito supongo que no le esperaría un buen final. El caso es que me está costando muchísimo que abra el pico, le estoy dando una pasta de pan con agua y yema de huevo bastante licuada y con palillos. Alguien me puede aconsejar más para que se anime a abrir el pico y poderla sacar adelante.

Hola,
Hace dos semanas encontré dos gorriones en el jardín de casa después de una tormenta con mucho viento que hubo. Al principio decidí dejarlos y que la madre los alimentara, pero por la mañana cuando los busque uno de ellos estaba muerto, así que cogí al otro y lo metí dentro de casa. Al principio no comía pero le empezó dando agua y empezó a comer. Le doy pienso de perro mojado y arroz hervido. Todas las veces que puedo le saco al jardín para que aprenda a volar pero me preocupa que aun no vuela bien. He leído q al mes ya vuelan pero picopollo no. No se si se debe a q tiene la cola un poco estropeada. Aun no tiene plumas en el pecho pero cuando lo saco fuera de una volada baja se va a su arbusto. Mi intención es soltarlo y ponerle la casa de pájaros done ahora duerme fuera con comida y agua. Mi pregunta es a que edad debo soltarlo ya que me daría mucha pena privarlo de su libertad
Gracias de antemano

Hola Fátima, ve dejandolo en semilibertad con la jaulita abierta y dentro que haya comida, ponle ya alpiste para que vaya comiendolo y aprenda a abrirlo, en dos tres días habrá aprendido, ponselo primero mezclado en un platito con la comida y luego poco a poco sólo el alpiste, no vuela porque está peloncillo, dale unos días más a que la colita le salga y tenga más plumas, y volará, a Cuqui le pasó igual. Si lo haces así pordrás disfrutar de tenerlo en libertad y al mismo tiempo poder disfrutarlo dejandole siempre una jaulita abierta donde tenga agua asegurada y alpiste o todo lo que le quieras poner, suerte! Teresa

Hola! Ayer me encontré un gorrioncito o gorrioncita (porque no sé como averiguar de que sexo es).Le he dado pienso de perro mezclado con pasta para ave de cria y ha comido un poquito. Lleva casi toda la mañana acucurrado dormido en un cestito con algodones que le he confeccionado, no sé si será normal.Es muy pequeñito, no tiene cola y las plumitas del pecho le están apareciendo. A ver si me puedes orientar de los siguientes pasos a seguir porque me daría mucha pena que se muriese.Gracias a ti y gracias por tu blog!Un abrazo!
Leticia

hace 2 dias encontre un gorrionsito en la puerta de mi casa,le estoy dando polenta con yema de huevo eso le hace mal? parece estar muy bien pero quiero sacarme la duda ,por favor contesta! :D necesito tu ayuda

Hola, el huevo no es malo, pero lo más adecuado es la pasta de cría que puedes encontrar encualquier tienda especializada en animalitos, y las bolitas de perro trituradas, ese es el alimento más completo, si a eso me metes clara de huevo, genial! Un saludo

GRACIAS! entonces le puedo empezar a dar comida triturada de perro con yema? aclaro que es chiquitito

cuando le damos la comida de perro triturada es necesario que este tibia la comida para darsela¿

De pequeño, he criado gorriones y al leer esta historia, me ha hecho retroceder cuarenata años.
Los criaba tal cual indicas y, eran tan cariñosos que cuando volvia del colegio, les llamaba desde la calle y venian a mi encuentro.
Me ha gustado mucho esta historia y seguire este blog, Ahora estoy criando un agaponi con veinte dias y seguro mas adelante criare algun corrion. Intentare poner fotos.
Saludos a Teresa y a Cuqui.

hola, por suerte encontre esta pagina ayer en mi casa encontramos un gorrion es re pequeño no tiene plumas y lo estoy cuidando me gustaria saber bien como alimentarlo espero una respuesta gracias

Hola! Me llamo Isabel y me gustaria compartir con los lectores de este blog la historia de Arturo.
Arturo tiene 5 meses. La primera vez que le vi pense que no iba a vivir mas de unas cuantas horas. lo encontro mi perro, dandole un paseo a media tarde, algo salio disparado sin apenas poder volar y escondiendose en la esquinita de unas escaleras. Era MUY feo, con los ojitos aun medio cerrados, las plumas apenas despuntaban. un bichajo! Lo trajo mi hermana a casa y me lo cedio, a ella le iba a doler mucho si el pajarito moria y bueno, para eso estamos las hermanas mayores. Asi que pase la primera noche despierta con el en mi pecho para darle calor, intentando darle agua y arrimandole al pico las bolitas de pienso aguado. Algo de agua bebio, la comida, nada. al dia siguiente y con un par de horas de sueño, me aventure a abrirle un poquito el pico. Y para que hice eso. Ya no paro en 2 meses. Vaya gloton, que ganas de vivir. teniendo apenas dos semanas, ya era gracioso, inteligente y jugueton. El piar se convirtio en su hobby favorito para llamar mi atencion. Lo "mal acostumbre" a comer de mi boca, y ya cada vez que comia delante suya, venia "revoloteando" a mi hombro a quitarme lo que fuese, daba igual! el lo queria!
He vivido grandes aventuras con Arturo. En septiembre tuve que mudarme de ciudad por estudios, y el vino conmigo. Arturo ha sobrevivido a "aplastamientos", despistes, a mi perro! tiene mas vidas que un gato. y lo mas fuerte es que se cayo por el hueco del ascensor de mi residencia (se me rompio la jaula al cogerla, salio volando cuando apenas estaba aprendiendo y al volver a su jaula, cayo por el hueco. ), la sorpresa fue cuando, en pleno ataque de ansiedad por el, el tecnico pudo abrir el foso del ascensor y adivinad. Arturo salio volando y se escondio dentro de mi sudadera. Aun se me saltan las lagrimas recordando aquello.
Es mi mejor amigo, mi compañero mas leal, me rio muchisimo con el, tiene comportamientos propios de una personita. Sabe cuando estoy contenta, cuando estoy triste. quiere jugar siempre, se alegra muchisimo cuando vuelvo de la universidad y le encanta ver la tele conmigo. Incluso creo que a veces, los pequeños picotazos en el lobulo de la oreja, son besos. Es tremendamente cariñoso, agradecido e inteligente. Es quizas, de las mejores cosas que me ha pasado en la vida y jamas crei poder amar tantisimo a un ser tan chiquitin.
Siempre tuve fe en que saldria adelante. Nunca le deis pan con leche!! mimarlos mucho, que de verdad, son. seres increibles.
A Arturo le costo mucho trabajo echar el plumaje, me preocupe muchisimo porque tardo casi 3 meses en completarlo, se paso mucho tiempo con medio cuerpo desnudito y. puf! que mal lo pase. Pero eso si. jamas se le quito el hambre ni las ganas de cachondeo. Siempre esta suelto por casa, concretamente, viene conmigo a todos sitios, mi compañera de piso se rie mucho porque siempre, Arturo, esta en mi cabeza!! Y me ha contado que se queda piando cuando me marcho a clase. Estoy incluso pensando dejarle una radio jajaja!
Estoy loquita por el con casi 26 años que voy a cumplir ^^.
Animo a todos los que tengais la gran suerte de cuidar a uno, es uno mas de la familia.
Un saludo a todos!

Video: Uccellino caduto dal nido: come soccorrerlo, nutrirlo e rilasciarlo. (Dicembre 2019).