Animali

Principi di base per la coltivazione di piante acquatiche

Pin
Send
Share
Send
Send


Anche se alcuni tipi di piante artificiali per acquari sembrano buone come quelle naturali, non offrono gli stessi benefici. Le piante vive in un acquario d'acqua dolce forniscono un habitat naturale per i pesci e aiutano a migliorare la qualità dell'acqua. Estraggono l'anidride carbonica dall'acquario e ossigenano l'acqua durante il giorno. Piantare piante in un acquario d'acqua dolce riduce anche la crescita di alghe e l'emergere di nitrati pericolosi.

Pensa a un'immagine mentale di come vuoi che il tuo acquario appaia. Disegna l'immagine in generale su un foglio di carta e poi usala come guida per piantare piante nell'acquario d'acqua dolce.

Copri il fondo del tuo acquario d'acqua dolce con uno strato di sabbia di 5 cm o un substrato di ghiaia fine. Metti al loro posto rocce, tronchi e altri oggetti ornamentali.

Riempi l'acquario con tre o quattro pollici (da 7,5 a 10 cm) di acqua sopra il substrato. Versalo lentamente per non scuotere il contenuto del serbatoio. L'acqua renderà le piantine più facili per te.

Prendi le radici del primo piano con un paio di pinzette per manipolarlo. Inserire la punta del morsetto con una leggera inclinazione nel substrato assicurando le radici della pianta. Aprire i morsetti e lasciare la pianta all'interno del substrato.

Continua questo processo con le piante rimanenti. Seminare dalla parte anteriore andando verso la parte posteriore dell'acquario. Quindi, riempilo con acqua, che aiuterà a mantenere le piante in posizione verticale. Taglia le punte delle piante che crescono troppo in alto con le forbici.

Jonae Fredericks ha iniziato a scrivere nel 2007. Ha anche un background come cosmetologa autorizzata e specialista in cura della pelle certificata. Jonae Fredericks è un paraeducatore certificato, che attualmente lavora nel sistema di istruzione pubblica.

Principi di base per la coltivazione di piante acquatiche

A seconda delle caratteristiche particolari di ciascun progetto, ci sono una serie di principi di base per coltivare con successo il piante acquatiche che deve essere preso in considerazione:

Temperatura:

Naturalmente, questo fattore cambierà in base alla natura della flora e della fauna scelte per l'acquario o lo stagno. Sulla base di esso, si possono distinguere tre tipi di campi piante acquatiche:

  • Acquario freddo, la cui temperatura è compresa tra 5 ° C e 15 ° C, è la più adatta per piante acquatiche di origine europea e molte specie subtropicali.
  • L'acquario temperato, varia tra 15 ° C e 18 ° C. È il tipo ideale per piante acquatiche subtropicale e originario delle regioni temperate dell'America e dell'Asia.
  • L'acquario caldo o tropicale, i cui livelli di temperatura non scendono mai sotto i 18 ° C e possono raggiungere più di 30 ° C. La temperatura media in questo tipo di acquario è di 27ºC. Questo mezzo è il più adatto per la coltivazione di piante acquatiche tropicale.

Il terreno:

Sabbia e terra sono quasi sempre una buona combinazione per crescere piante acquatiche con successo. Le radici della specie di acquario o stagno di solito hanno un sistema radiale, quindi uno strato di substrato di 4-5 centimetri di spessore può essere sufficiente.

Nonostante la povertà del suolo, se il acquario È ben bilanciato nella fauna e nella flora e le piante cresceranno senza difficoltà. Va tenuto presente che il substrato deve essere rinnovato una volta all'anno per evitare di perdere il suo valore nutrizionale.

Per i dilettanti senza molta esperienza nel settore, si consiglia di evitare il più possibile l'uso di soluzioni minerali, poiché le proporzioni da applicare devono essere molto accurate e se non si hanno le conoscenze o la pratica necessarie si corre il rischio di brucia le foglie delle specie coltivate.

Luce:

Per molto tempo, l'illuminazione a fluorescenza è stata considerata la migliore soluzione per crescere piante acquatiche in acquari o stagni interno. Per questo, di solito vengono utilizzati gli stessi tubi che vengono utilizzati in orticoltura, combinandoli a volte con le lampade del tipo "luce del giorno".

Questi dispositivi non emettono calore, non bruciano le piante e consentono la crescita naturale.

Attualmente ci sono anche sistemi di illuminazione a LED a bassa tensione che rendono più efficiente il consumo di energia, ma che a loro volta sono abbastanza potenti da illuminare un acquario senza aggiungere calore all'ambiente.

Entrambi i acquari come il piante acquatiche dovrebbero essere illuminati da 10 a 12 ore al giorno e rimanere al buio per almeno otto ore.

Come piantare un acquario

Piantare un acquario fornisce un ambiente più naturale e sano per la vita acquatica. Tuttavia, per i principianti, piantare un acquario può sembrare un compito scoraggiante. Questo articolo ti fornirà una guida passo-passo per piantare il tuo acquario

Step 1:Per prima cosa determina quanta illuminazione hai. La maggior parte delle piante ha bisogno di almeno 2 watt per gallone per crescere correttamente. Se necessario, aggiorna la tua illuminazione.

Fase 2:Quindi, scopri quali piante vorresti coltivare. Si consiglia ai principianti di iniziare con piante facili che non necessitano di molta luce e non richiedono CO2. Ecco un elenco di alcune piante molto semplici:

Glicine d'acqua, muschio di Giava,Anubias, Cryptocoryne wendtii, Spada amazzonica.

Passaggio 3:Il substrato è vitale per il successo della crescita della pianta. Le piante possono essere coltivate in ghiaia normale, ma le loro opzioni saranno limitate, poiché la maggior parte delle piante fa molto meglio in un substrato di sabbia. Scegli quello che scegli, assicurati di avere uno strato di almeno 3 pollici (7,6 cm) di spessore ed è consigliabile posizionare uno strato di eco da 1 pollice (2,5 cm) o un substrato vegetale simile al di sotto. Ciò fornirà nutrienti per le piante.

Step 4:Le piante sono noti portatori di lumache, quindi quando porti a casa le tue piante, controlla accuratamente le foglie e gli steli per le scatole di lumache o uova di lumaca.

Passaggio 5:La maggior parte delle piante arriverà in piccoli contenitori al momento dell'acquisto. Rimuovi delicatamente la pianta dal contenitore e usa uno stecchino per districare le radici se la pianta è diventata radice.

Passaggio 6:Usa una matita o una punta di legno per creare una depressione nel substrato. Metti delicatamente la pianta in depressione e copri le sue radici con il substrato. Alcune piante moriranno se copri accidentalmente la corona della pianta con substrato, quindi fai attenzione.

Passaggio 7:Non concimare le tue piante durante l'inizio della confusione (le prime 3-4 settimane). Successivamente, puoi iniziare a concimare con un fertilizzante liquido o compresse. Assicurati di sceglierne uno che contenga micronutrienti essenziali come il ferro. Se è nell'acqua di pozzo, l'acqua contiene già molti di questi micronutrienti.

Trova il contenitore giusto

È importante individuare il contenitore ideale per il tuo scopo:

1: Pianta la tua pianta acquatica in un contenitore prima di metterla in acqua

Piantarlo in un contenitore ne controlla la diffusione, cosa che molte piante acquatiche fanno molto rapidamente.

Alcune piante acquatiche possono assumere una funzione idrica più piccola in pochi anni e devono essere controllate con sostanze chimiche o estratte a mano.

2: Coltiva piante acquatiche tropicali e subtropicali come Cannas (Canna spp) in un contenitore

Queste piante crescono bene nelle zone di resistenza USDA da 7 a 10. Ma non sopravvivranno a temperature inferiori a -18 ° C.

Se piantate in uno stagno, queste piante dovrebbero essere estratte in autunno e conservate in un luogo fresco e asciutto dove non sono esposte al gelo durante l'inverno.

3: Non utilizzare un contenitore con fori di scarico

A differenza delle piante terrestri che devono essere piantate in contenitori con fori drain, Le piante acquatiche non hanno bisogno di un contenitore con fori poiché il terriccio può essere lavato attraverso i fori.

4: utilizzare vasi di plastica senza fori o vasi di stoffa

I vasi in tessuto sono ideali per le piante acquatiche. Il tessuto consente all'acqua di penetrare nel terriccio ma mantiene il terreno e il tessuto flessibile sul fondo facilita la manutenzione delle piante.

Tuttavia, i vasi di stoffa sono leggermente più costosi dei vasi di plastica e più difficili da spostare quando la pianta lascia l'acqua.

5: Seleziona un contenitore in base alle dimensioni che desideri far crescere il vaso acquatico

I contenitori più piccoli mantengono le piante più piccole, mentre i contenitori più grandi consentono loro di crescere. Alcune specie di piante acquatiche crescono meglio anche in contenitori più piccoli o più grandi

Ninfee resistenti come la "Comanche" (Nymphaea "Comanche"), che crescono bene nelle zone da 4 a 10, e Cannas dovrebbe essere piantato in contenitori profondi 10 pollici e larghi 15 pollici.

Ninfee tropicali come il "Direttore George T. Moore" (Nymphaea "Direttore George T. Moore") che crescono bene solo nelle Zone 10 e 11, dovrebbero essere piantati in contenitori profondi 10 pollici e larghi 20 pollici.

Piante più piccole come la "Katie Ruellia" (Ruellia brittonia "Katie"), che cresce da 5 a 10 pollici di altezza e cresce bene nelle zone da 9 a 11, può essere piantato in un vaso profondo 5 pollici e largo 8 pollici per mantenerlo È più piccolo o un vaso largo 5 pollici e 12 pollici di larghezza in modo che cresca un po 'più grande.

6: chiedi a un addetto alle vendite

Fallo in un vivaio di piante acquatiche se non sei sicuro di quale contenitore di dimensioni dovresti usare. Possono dirti quale dimensione del vaso funzionerà meglio per ogni pianta.

Le piante acquatiche fanno molto di più che rendere più attraente una caratteristica dell'acqua

Piante acquatiche che purificano l'acqua

Le piante acquatiche svolgono un ruolo importante nel mantenimento di un sano giardino acquatico o stagno. Non solo assorbono l'anidride carbonica e rilasciano ossigeno nell'acqua, migliorando l'ambiente per i pesci, ma assorbono anche i nutrienti dall'acqua. Questa riduzione dei nutrienti si traduce in acqua più chiara e meno alghe. Usa una varietà di piante, tra cui fiori e piante erbacee lungo i bordi, alcune piante galleggianti e due o tre dozzine di grappoli di piante sommerse.

Piante fiorite della costa

I cannas dorati producono fiori giallo brillante.

Il grigio dorato (Canna flaccida), alcuni ibridi di canna e pulce di lanceola(Phyla lanceolata) Sono efficaci piante acquatiche che rimuovono i nutrienti e la fioritura dalla primavera all'autunno. Le sue foglie hanno strisce bianche giallastre o cremose e i suoi fiori sono di colore arancione brillante. Entrambi i cannas crescono lungo la costa fangosa o in acqua fino a 6 pollici di profondità. Lanceleaf Frogfruit (Phyla lanceolata) Cresce naturalmente nelle zone umide e in gran parte. Cresce sulla costa o nell'acqua fino a 3 pollici di profondità ad un'altezza di 2 piedi e produce grappoli di piccoli fiori rosa pallidi o bianchi.

Piante erbose costiere

Le canne (Scirpus spp.) E le canne(Juncus spp.) Sono ottimi depuratori d'acqua. Rimuovono i nutrienti in eccesso dall'acqua, nonché da oli e batteri come E. coli e Salmonella. Le ance rimuovono anche i metalli pesanti come rame, nichel e zinco. Crescono tra 1 e 5 piedi di altezza e fioriscono in estate, ma i fiori non sono appariscenti. Crescono lungo la riva fino a 3 pollici di acqua.

Piante galleggianti

Ninfee (Nymphaea spp.) E i papaveri (Hydrocleys nymphoides) Aiutano a purificare l'acqua assorbendo i nutrienti. Ninfee e papaveri fioriscono dalla tarda primavera a metà autunno. I papaveri d'acqua hanno fiori gialli, mentre le ninfee sono disponibili in una varietà di colori di fiori. Le ninfee tropicali crescono da 9 a 16 pollici di acqua, mentre le ninfee resistenti crescono in 1 a 4 piedi di acqua. I papaveri d'acqua crescono in 6-10 pollici di acqua.

Piante sommerse

Alghe canadesi (Elodea canadensis syn. Anacharis canadensis), noto anche come alga e sedano selvatico americano (Vallisneria americana), noto anche come anguille o nastro per erba, sono ottimi depuratori d'acqua. Le piante nane canadesi crescono rami coperti da piccole foglie ovali, mentre le piante di sedano selvatico americane crescono lunghe, a forma di striscia, dalla base.

Entrambe le piante purificano l'acqua assorbendo i nutrienti. Le piante acquatiche canadesi possono essere piantate in acqua da 6 a 5 piedi di profondità, mentre il sedano selvatico americano può essere piantato in acqua da 6 pollici a 4 piedi di profondità. L'alga canadese può diventare invasiva e dovrebbe essere utilizzata solo in stagni più piccoli o in giardini d'acqua dove possono essere facilmente controllati.

Usando il piano giusto

Usa argilla per piante acquatiche. Se il terreno del tuo giardino è fatto di argilla naturale, può essere utilizzato per piante acquatiche.

Acquista miscele di impregnazione di piante acquatiche prodotte commercialmente se il terreno nativo è argilloso sabbioso o molto pesante. Puoi usare un marchio come PondCare Planting acquaticoMedia.

Questa miscela contiene pezzi di argilla cotti nel forno, fornisce sostanze nutritive alle piante e fissa saldamente la pianta acquatica nel suo contenitore.

Mentre il terreno sabbioso può mantenere la pianta ancorata, non manterrà abbastanza nutrienti per mantenere in salute le piante acquatiche.

Non utilizzare il terriccio che è formulato per le piante in normali vasi terrestri. È troppo leggero e penetrerà nell'acqua.

Incapsulare la pianta acquatica

Devi farlo come segue:

1: se stai piantando un rizoma

Versare il terreno inumidito nel contenitore fino a quando non è pieno. Quindi, posiziona da due a quattro compresse di fertilizzante per piante acquatiche sul terreno uniformemente distanziate attorno al contenitore ad una distanza di 2-3 pollici dal bordo.

La quantità di compresse necessarie varia a seconda delle dimensioni delle compresse e delle dimensioni del contenitore.

Dovrebbero esserci da 1 a 2 once di fertilizzante per gallone di terreno.

Le compresse di fertilizzanti con un rapporto di 12-8-8, 10-6-4, 20-10-5 o 5-10-5 vanno bene.

Aggiungi altro terreno umido. Fallo finché il contenitore non è pieno.

Se stai coltivando un rizoma di ninfee resistente, posizionalo in un angolo e su un lato del contenitore. Questi rizomi sono steli spessi che sembrano patate dolci.

L'estremità crescente del rizoma con pulsanti di crescita o "occhi" dovrebbe essere posizionata al centro del contenitore con gli "occhi" alzati e sepolti più in profondità dell'altra estremità in modo che tutto sia seduto con un angolo di 45 gradi.

I pulsanti di crescita o gli "occhi" sembrano molto simili agli "occhi" su una patata.

Questa posizione dà al giglio resistente all'acqua della stanza di crescere nel vaso.

2: Metti ulteriore terreno umido nel contenitore sopra il rizoma

L'estremità superiore deve essere appena sopra il livello del suolo e l'estremità inferiore deve essere coperta.

Se stai coltivando rizomi di ninfee tropicali e loto (Nelumbo nucifera), centrali nel vaso. I tuoi "occhi" dovrebbero essere rivolti verso l'alto e la parte superiore del rizoma dovrebbe essere al di sopra del livello del suolo.

I loti crescono bene nelle zone da 4 a 10.

Se stai coltivando Cannas, piantale al centro del contenitore. Quindi, coprili con 2-3 pollici di terreno.

Per altri tipi di piante acquatiche con radici anziché rizomi, riempire il contenitore con ¾ a ¾ terreno umido. Quindi, tieni la pianta al centro del contenitore e aggiungi più terreno umido fino a coprire le radici.

Aggiungi ½ a ¾ pollici di ghiaia sulla parte superiore del terreno per tutte le piante acquatiche. Ciò contribuirà a mantenere il terreno nel contenitore e impedire ai pesci di spostare il suolo.

Innaffia la pianta acquatica immediatamente dopo la semina. Il pavimento deve essere bagnato.

Se stai coltivando un rizoma di ninfee resistente, posizionalo in un angolo e su un lato del contenitore

Affondare la pianta

Prima di spostare i vasi nello stagno, determinare la profondità appropriata per ogni pianta. Metti i secchi sottosopra o grandi rocce sotto ogni vaso per posizionarlo alla profondità corretta per quella particolare pianta. Le piante paludose vengono solitamente posizionate con la superficie del suolo, tra 1 e 6 pollici sott'acqua, mentre le specie acquatiche come i gigli possono essere posizionate da 1 a 3 piedi di profondità.

Proteggi radici e rizomi

Se allevi anche koi o altri pesci, le tue piante richiedono protezione. Koi mangia fogliame e radici delle piante. Per impedire loro di allontanare la terra e divorare le radici delle tue piante, posiziona diverse grandi rocce sul terreno. Non coprire le foglie o gli occhi dei rizomi con le rocce. Il fogliame deve raggiungere la superficie dell'acqua affinché la pianta sopravviva. Alcune fonti raccomandano di coprire il terreno con ghiaia, ma non è una barriera per un koi particolare e affamato.

Acclimatare le piante

Riempi una grande vasca con acqua e controlla la sua temperatura. Le piante acquatiche resistenti tollerano temperature fino a 55 gradi Fahrenheit, mentre le piante acquatiche tropicali richiedono temperature superiori a 70 F per germogliare e prosperare. Quando affondi ogni pianta in una vasca d'acqua per diverse ore o giorni, il terreno sciolto nella pentola si depositerà, mantenendo il tuo stagno privo di fango. Dà anche l'opportunità ai rizomi di germogliare prima di esporli all'ambiente dello stagno.

Cura dello stagno di primavera

Sebbene raro, il gelo si verifica a basse altitudini in California. Se hai sperimentato un gelo da lieve a moderato, è fondamentale esaminare danni allo stagno e ai suoi abitanti. Fai clic una volta sul rivestimento in plastica dello stagno e cerca perdite, danni e crepe. Le piccole crepe sono riparabili, mentre danni più estesi richiedono la sostituzione del rivestimento.

Effettuare un cambio parziale dell'acqua, o circa dal 20 al 30 percento, con un sifone o una pompa. Aggiungi un detergente enzimatico / batterico allo stagno secondo le istruzioni sulla confezione per rimuovere i detriti organici in eccesso dall'acqua. Esamina le tue piante resistenti ed elimina eventuali foglie morte o in decomposizione. Un gelo colpisce qualsiasi abitante acquatico, compresi i pesci.

Usando una rete, rimuovi delicatamente il pesce dallo stagno e mettilo in un secchio. Esaminare il pesce per segni di danni fisici o malattie, tra cui squame scolorite e occhi nuvolosi.

Cura del laghetto estivo

L'estate di solito porta la rinascita delle alghe. Giorni più lunghi e maggiore esposizione al sole aumentano la quantità di azoto nell'acqua e fanno prosperare le alghe. Per combattere le alghe, introduci le piante galleggianti nello stagno in estate, poiché impedirà a meno luce solare di entrare nell'acqua.

Dai da mangiare ai tuoi pesci almeno due volte al giorno in estate, ma rimuovi ogni eccesso di cibo con uno skimmer dopo cinque minuti. Permettere che il cibo in eccesso rimanga introduce azoto nell'acqua, favorendo nuovamente la crescita delle alghe. Continuare a monitorare i livelli dell'acqua nello stagno, specialmente durante le giornate calde. L'acqua evapora rapidamente, il che richiede l'aggiunta di acqua ogni giorno. Se la temperatura dell'acqua supera 85 gradi Fahrenheit per 3-4 giorni, aggiungi acqua fredda allo stagno per evitare che piante e pesci muoiano.

Cura dello stagno autunnale

Focalizza la tua attenzione sul fogliame dello stagno e sulla vita delle piante durante l'autunno. Osserva la superficie dell'acqua alla ricerca di foglie che cadono e rimuovile con uno skimmer per evitare che la materia organica in decomposizione avveleni lo stagno. Elimina qualsiasi fogliame senza controllo con un paio di cesoie affilate. Questo non solo mantiene l'aspetto del laghetto, ma aiuta anche a promuovere una sana crescita primaverile.

Fai uno scambio d'acqua dal 20 al 30 percento con acqua corrente fresca. Rimuovere il pesce e metterlo in un secchio di plastica mentre si scambia l'acqua. Copri il secchio con una rete per evitare che il pesce salti.

Cura dello stagno invernale

Continua a monitorare la vita dei pesci e delle piante nello stagno, soprattutto se le temperature scendono sotto i 50 gradi Fahrenheit. Una volta che le temperature iniziano a rimanere intorno ai 50 gradi Fahrenheit, è il momento di smettere di nutrire il pesce.

Non preoccuparti per la fame, poiché il pesce consumerà le alghe nello stagno. Se ti aspetti un inverno più freddo o lunghi periodi di temperature inferiori a 50 gradi Fahrenheit, è tempo di portare al chiuso i pesci e le piante in vaso che circondano lo stagno.

In generale, non è necessario chiudere completamente lo stagno, rimuovere i pesci e drenare l'acqua nelle regioni temperate della decima area del Dipartimento dell'Agricoltura degli Stati Uniti. UU., Poiché il gelo non è generalmente un problema.

Parassita di piante da laghetto

I parassiti non si limitano alle piante che crescono nelle aiuole: anche le piante da laghetto sono vulnerabili. Questi parassiti si nutrono del fogliame delle piante dello stagno, causando danni o portando con sé malattie potenzialmente dannose. Una volta identificato il parassita della pianta da laghetto con cui hai a che fare, puoi controllare efficacemente l'infestazione usando metodi sicuri per l'acqua.

afidi

Gli afidi disturbano comunemente le piante da laghetto. I segni di infestazione includono ingiallimento e oscuramento delle foglie, crescita distorta e presenza di piccoli insetti neri o verdi. Gli afidi vengono spesso introdotti in uno stagno da piante infestate, ma svernano anche in prugne e ciliegi.

La maggior parte delle infestazioni di afidi può essere trattata con un forte getto d'acqua. Puoi anche spolverare la terra di diatomee, una sostanza naturale per il controllo degli insetti, sulle foglie della pianta del laghetto per un controllo efficace degli afidi. Tratta le prugne e i ciliegi vicini con un olio inattivo per uccidere le uova, ma fai attenzione a non far entrare la rugiada nello stagno.

Leggi attentamente le istruzioni sull'etichetta e osserva i tempi di attesa appropriati prima di reintrodurre le piante nello stagno. Non usare insetticidi chimici dentro o vicino al tuo laghetto, specialmente se hai pesci.

Coleotteri acquatici

Piccoli scarabei acquatici dal marrone scuro al nero si nutrono di foglie di piante da laghetto. I sintomi delle infestazioni di scarafaggi comprendono buchi masticati nel fogliame e aree chiazzate nelle piante. Le piccole larve nere dello scarabeo d'acqua, che assomigliano alle larve, si nutrono di fogliame e steli sottomarini. Controlla questo parassita delle piante da laghetto spruzzando le tue piante con un forte flusso d'acqua. Gli scarabei adulti di foglie d'acqua trascorrono l'inverno nel fogliame morto sul bordo dello stagno, quindi rimuovi questo materiale per prevenire la reinfestazione.

Le infestazioni gravi possono richiedere l'uso di insetticidi. Rimuovi tutte le piante infette e mettile in un secchio o in una vasca da bagno e trattale con saponi insetticidi. Attendi che il trattamento uccida gli insetti, quindi risciacqua le piante con acqua pulita prima di rimetterle nello stagno.

Foglio di data mining

Se vedi linee ondulate masticate sulle piante nel tuo stagno, potrebbe essere il lavoro dei moscerini di estrazione delle foglie. Questi piccoli insetti, simili alle zanzare, depongono le loro uova nel fogliame delle piante acquatiche. Le sue piccole larve sono trasparenti e difficili da vedere. Si infilano nelle foglie delle tue piante acquatiche e si nutrono del tessuto tra le vene. Il controllo dei moscerini di estrazione delle foglie inizia con la rimozione delle foglie che mostrano questi percorsi. Le infestazioni gravi possono essere trattate con una zanzara che contiene Bt (Bacillus thuringiensis), un batterio naturale disponibile nei negozi di giardinaggio.

China Mark Moth

Importante piaga delle ninfee, la falena cinese è una piccola falena marrone liscia che depone le uova sul fondo delle foglie galleggianti. Le larve tagliano le foglie per creare panini protettivi per i loro germogli. Mentre colpiscono principalmente le ninfee, le larve di falene cinesi si nascondono in qualsiasi foglia galleggiante o detriti. Controllali rimuovendo tutto il fogliame interessato vicino alla corona della pianta. Le larve di falena cinesi segnano facilmente le foglie, ma gravi infestazioni possono essere sradicate con saponi insetticidi e aerosol contenenti Bt.

Pianta piante acquatiche tropicali e subtropicali in acque che superano i 21 ° C. Cannas e ninfee tropicali andranno bene in queste condizioni

lumaca

Mentre la lumaca o la lumaca planorbis sono un prezioso consumatore di alghe, che raramente o non divora le desiderabili piante da giardino, ciò non accade con molte altre lumache. Specie come la grande lumaca di stagno o il buccino d'acqua dolce e la lumaca della vescica della fontana possono essere estremamente distruttive, danneggiando le piante acquatiche allo stesso modo in cui le lumache di giardino attaccano le piante terrestri.

Le piante acquatiche con fogliame galleggiante sono particolarmente vulnerabili al pascolo e gravi infestazioni possono causare una completa defogliazione. Per la maggior parte, le lumache con gusci di fascia alta, che producono uova in cilindri di gelatina, sono le lumache più distruttive e arrotondate, che depongono le loro uova su cuscinetti di gelatina piatti, sono generalmente abbastanza innocue. Sfortunatamente, i giardinieri a volte confondono i cilindri di gelatina con i pesci spawn, specialmente quando arrivano attaccati alle piante. In questo caso, una popolazione si sistemerà rapidamente in un gruppo.

Piccole vasche e pentole possono essere eliminate dalle lumache mescolando un killer acquatico di lumache brevettato nell'acqua, ma ciò non sarebbe pratico per una piscina da giardino. Pertanto, è necessario fare affidamento su metodi fisici. Scegliere a mano è un compito noioso, ma può essere reso più semplice facendo galleggiare fresche foglie di lattuga sulla superficie dell'acqua durante la notte. Al mattino è probabile che ci sia una considerevole congregazione di lumache sotto di loro, che può essere raccolta e distrutta. .

Lotto di foglie con acqua

Esistono due specie di malattie dei punti fogliari che danneggiano i gigli. Uno fa apparire delle macchie scure sulla superficie delle foglie, che alla fine marciscono, l'altra tende a iniziare dai bordi esterni delle foglie, facendole diventare marroni e sgretolarsi. Entrambi sono debilitanti e deturpanti, ma non sono problemi molto seri. La sua incidenza varierà considerevolmente di anno in anno, a seconda delle condizioni prevalenti.

Rimuovere il fogliame danneggiato e smaltirlo in modo sicuro in qualsiasi parte del giardino farà molto per prevenirne la diffusione. Nelle piscine decorative dove non ci sono pesci, un fungicida di rame, come la miscela bordolese, può essere utilizzato in modo efficace.

Video: Come far crescere la Marijuana in 2 min - dal seme alla pianta (Ottobre 2020).

Pin
Send
Share
Send
Send