Animali

Rabbia nei cani - Sintomi, contagio e trattamento

Pin
Send
Share
Send
Send


In questo articolo ti mostreremo come sapere se un cane ha la rabbia. La rabbia è una malattia virale molto pericolosa che colpisce non solo i cani, ma tutti i mammiferi, incluso noi. pertanto, che un cane abbia la rabbia non è solo un pericolo per se stesso, ma per tutti gli altri che vivono con lui. Ti mostriamo quali sono i primi sintomi della rabbia nei cani.

Sintomi di un cane con rabbia

Quando la malattia è già più avanzata, I sintomi di un cane con rabbia si evolvono e possono avere difficoltà a dormire e avere ipersensibilità a stimoli che prima erano indifferenti, come rumore o luce normali. Questa fase si chiama rabbia furiosa e può concludersi con la morte del cane.

Non sempre, la rabbia nei cani presenta un altro stadio, in cui i muscoli del collo e della testa sono paralizzati. Li fa avere Apri la bocca in modo permanente poiché non possono muovere la mascella. Hanno anche grandi difficoltà a deglutire e la loro saliva cade costantemente. Se questa paralisi colpisce il diaframma, il cane muore asfissiato.

La migliore prevenzione per la rabbia nei cani è quella di vaccinare i tuoi animali domestici. Speriamo che questo articolo su come sapere se un cane ha la rabbia ti aiuterà a capire la malattia e a identificarne i sintomi. Se ne osservi qualcuno e sospetti che il tuo cane possa aver contratto la rabbia, non esitare a recarti dal veterinario il prima possibile.

Che cos'è la rabbia canina?

Il termine "rabbia" deriva dall'aggettivo in latino Rabidus, che viene tradotto come "delirante", "furioso" o "feroce", a causa del comportamento caratteristico degli animali che soffrono di questa patologia, che mostrano un comportamento aggressivo.

Come abbiamo avanzato nell'introduzione, la rabbia è causata da a virus della famiglia Rhabdoviridae, che colpisce principalmente il sistema nervoso centrale (SNC), diffondendosi e accumulandosi in grandi quantità nelle ghiandole salivari del cane, causando un'eccessiva produzione di saliva, infettata dal virus. Questa malattia è presente nell'animale infetto e può durare nelle carcasse di animali deceduti fino a 24 ore.

Forme di contagio della rabbia nei cani

il rabbia di solito è diffuso da morso di un animale infettoTuttavia, può anche essere trasmesso attraverso saliva, ad esempio se l'animale lecca una ferita aperta o se si verificano zero in alcune aree, come le mucose. Tuttavia, si tratta di situazioni rare.

Non dimenticare che questa malattia può colpire l'essere umano in caso di morso, quindi è così importante elaborare un adeguato piano di medicina preventiva e informarci sui sintomi e sulle forme di infezione, con l'obiettivo di garantire la salute del cane, di altri animali domestici e quello dei guardiani stessi.

Cause di rabbia nei cani

I cani sono considerati i principali vettori dalla rabbia, quei cani che non sono stati vaccinati e quelli che vengono a contatto con animali selvatici, come volpi e pipistrelli, sono vulnerabili. Tuttavia, la forma più comune di infezione è mordendosi mammiferi domestici, come gatti, cani e conigli.

Il contatto diretto con la pelle (senza ferite), sangue, urine o feci non è un fattore di rischio, tranne nei pipistrelli, tuttavia è raro che gli animali domestici vengano a contatto con questi piccoli mammiferi.

Attualmente, vengono fatti tentativi per controllare la rabbia nei paesi di tutto il mondo, concentrandosi sulla prevenzione di cani e gatti, grazie a campagne di vaccinazione e molteplici misure di protezione. Tuttavia, la rabbia rimane una patologia frequente che appare in modo tempestivo, anche nei paesi in cui è praticamente sradicata.

Fasi della rabbia nei cani

Per comprendere il progresso del virus della rabbia canina, è essenziale prestare attenzione alle fasi di questa patologia. Durante il morso, il virus è presente nella saliva entra nel corpo ed è installato all'interno di muscoli e tessuti, mentre si moltiplica in quel posto.

Quindi, il virus inizia a diffondersi attraverso le strutture circostanti, di solito quelle più vicine al tessuto nervoso, poiché è a virus neutropico, cioè, ha un'affinità per le fibre nervose. È importante notare che non utilizza il sangue come mezzo di diffusione.

il la rabbia del cane presenta diverse fasi:

  • incubazione: si riferisce al periodo dal morso alla comparsa dei primi sintomi. In questa fase il cane sembra stare bene ed è asintomatico, cioè non ha sintomi di malattia. Parliamo di una fase che può durare da una settimana a diversi mesi.
  • prodromico: In questa fase il cane inizia a manifestare i sintomi incipienti della malattia, mostrando più nervoso, spaventato, ansioso, stanco e persino ritirato. Può durare da 2 a 10 giorni.
  • aggressività: Questa è la fase che caratterizza la malattia della rabbia. Il cane diventa irritabile, eccessivamente, persino morde i suoi proprietari. È una fase ad alto rischio.
  • paralisi: è la fase finale della rabbia. In esso il cane è paralizzato e può avere spasmi e persino entrare in coma, fino alla morte.

Ora che conosci le fasi della rabbia canina, spiegheremo quali sono i sintomi della rabbia nei cani, fondamentale per il sospetto che il nostro cane possa essere infetto.

Sintomi della rabbia nei cani

Il virus della rabbia canina ha un lungo periodo di incubazione, che può variare tra le tre e le otto settimane, sebbene in alcuni casi possa essere ancora più esteso, motivo per cui non viene sempre rilevato rapidamente. Nell'uomo, ad esempio, i sintomi di solito compaiono circa 3 e 6 settimane dopo il morso.

I sintomi di questa condizione colpiscono principalmente il SNC e a cervelloe sebbene di solito si verifichino le fasi sopra menzionate, non tutti i sintomi si manifestano sempre, motivo per cui è così importante essere consapevoli dei segni che indicano che il nostro cane potrebbe essere malato.

Qui ti mostriamo sintomi di rabbia nei cani più comune:

  • febbre
  • aggressività
  • irritabilità
  • apatia
  • vomita
  • Salivazione eccessiva
  • Fotofobia (avversione alla luce)
  • Idrofobia (avversione all'acqua)
  • Difficoltà a deglutire
  • Paralisi facciale
  • convulsioni
  • Paralisi generale

rabbia facilmente confuso con altre malattie neurologiche e, pertanto, è sempre necessario consultare un veterinario prima della comparsa di uno qualsiasi dei sintomi della rabbia nei cani citati, o se sospettiamo che il nostro cane possa essere entrato in contatto con un animale infetto.

Come sapere se il mio cane ha la rabbia?

Se sospetti che il tuo cane possa essere stato morso da un cane randagio, un gatto senzatetto o essere entrato in contatto con un mammifero selvatico portatore, potresti scoprire come sapere se un cane ha la rabbia. Prestare attenzione al passaggio successivo passo dopo passo:

  1. Cerca ferite o segni di morso: Questa malattia di solito viene trasmessa attraverso la saliva, quindi se il tuo cane ha combattuto con un altro cane o animale domestico, dovresti guardare immediatamente le ferite ciò avrebbe potuto causarlo.
  2. Presta attenzione ai possibili sintomi: Sebbene durante la prima fase non si manifesti alcun segnale evidente, dopo alcune settimane dopo il morso il cane inizierà a mostrare comportamenti strani e, sebbene non siano sintomi che possano confermare la trasmissione, possono avvisarti. Ricorda che i cani possono avere dolori muscolari, febbre, debolezza, nervosismo, paura, ansia, fotofobia o perdita di appetito, tra gli altri sintomi. In una fase più avanzata, il tuo cane inizierà a mostrare un atteggiamento furioso che è la più caratteristica della malattia e che gli dà il nome di "rabbia". I sintomi che presenterai saranno quelli di salivazione eccessiva (Può presentare la tipica schiuma bianca con cui è correlata la malattia), un desiderio incontrollabile di mordere le cose, eccessiva irritabilità (prima di ogni stimolo il cane diventerà aggressivo, ringherà e cercherà di morderci), perdita di appetito e iperattività. Alcuni sintomi meno comuni possono essere mancanza di orientamento e persino convulsioni.
  3. Fasi avanzate: Se non abbiamo prestato attenzione ai sintomi precedenti e non abbiamo portato il cane dal veterinario, la malattia entrerà nella fase più avanzata, anche se ci sono cani che non li soffrono nemmeno, perché prima sono eutanizzati o muoiono. A questo punto i muscoli del cane inizieranno a paralizzare, dalle zampe posteriori al collo e alla testa. Sarà anche letargico, continuerà a spumeggiare la bocca bianca, abbaiare in modo anomalo e ha difficoltà a deglutire a causa della paralisi muscolare.

Quarantena per rabbia

In Spagna c'è un protocollo di azione prima dei morsi o delle aggressioni degli animali domestici, con l'obiettivo di ridurre al minimo il rischio di contagio nei confronti di altri animali e persone. Viene effettuato uno studio sul caso, viene effettuata una valutazione iniziale e l'animale viene tenuto sotto osservazione durante a Periodo di 14 giorni, essenziale per garantire che il mammifero non fosse infettivo al momento dell'aggressione, anche se non mostrava sintomi di rabbia nei cani.

Quindi, se l'animale è risultato positivo, a periodo dell'inchiesta Epidemiologico di 20 giorni. Inoltre, esistono diversi livelli di allerta in base alla presenza della rabbia nel territorio, parliamo di animali domestici e terrestri, che includono alcuni metodi di azione o altri.

Diagnosi della rabbia nei cani

Precedentemente, la diagnosi di rabbia nei cani è stata fatta attraverso un test di colorazione diretta per anticorpi fluorescenti (DFA) analizzando i tessuti cerebrali, mostrando quindi agenti virali. Per questo, l'eutanasia del cane era necessaria, tuttavia, oggi, se si sospetta un caso di rabbia nel cane o la comparsa di sintomi di rabbia nei cani, il veterinario può procedere a isolamento degli animali e avviare una serie di test sierologici che confermano o meno la presenza del virus, come ad esempio reazione a catena della polimerasi (PCR).

Prima della morte dell'animale o della conferma della rabbia, viene eseguito il DFA durante la necropsia condurre un'indagine epidemiologica sul caso della rabbia.

Trattamento della rabbia nei cani

Purtroppo, La rabbia canina non ha cura o trattamento, poiché l'intensità dei sintomi della rabbia nei cani e la loro rapida diffusione causano la morte esatta dell'animale, tuttavia, è possibile prevenire la diffusione di questa patologia vaccinando il cane. Pertanto, prima di un animale infetto il veterinario ci consiglierà di procedere all'eutanasia del cane, con l'obiettivo di evitare la sofferenza degli animali e il possibile contagio.

Ricordiamo che dopo il morso di un animale infetto siamo esposti alla rabbia umana, per questo motivo è fondamentale lavare la ferita con acqua e sapone e andare in un centro medico il più presto possibile per ricevere prontamente il vaccino contro la rabbia.

Come prevenire la rabbia nei cani?

Seguendo rigorosamente il programma di vaccinazione del cane possiamo impedire al nostro cane di soffrire di questa terribile malattia mortale. Generalmente il prima dose circa 16 settimane e, ogni anno, a appoggio in modo che l'organismo del cane rimanga attivo contro il virus. Allo stesso modo, anche prima della comparsa dei primi sintomi della rabbia nei cani, se abbiamo osservato che il nostro cane è stato morso da un altro cane o animale selvatico, dobbiamo andare dal veterinario.

Quanto dura un cane con rabbia?

Non è possibile determinare esattamente per quanto tempo un cane vive con la rabbia dalla fase di incubazione può variare notevolmente a seconda della posizione e della gravità del morso. Ad esempio: il virus trasmesso da un morso profondo nella zampa si diffonderà molto più velocemente rispetto a una ferita superficiale nella coda.

Dovremmo sapere che l'aspettativa di vita di un cane con rabbia è relativamente breve, in quanto può variare tra 15 e 90 giorni, essendo ancora più corto nei cuccioli. Allo stesso modo, una volta che il SNC è interessato e dopo un'evidente manifestazione dei sintomi della rabbia nei cani, si verifica la morte del cane tra 7 e 10 giorni.

In ogni caso, se sospetti che il tuo cane possa soffrire di rabbia vai dal veterinario il prima possibile isolare correttamente l'animale, eseguire i test pertinenti ed evitare così il rischio di diffusione ad altri animali e alle persone eutanasia.

Questo articolo è puramente informativo, su ExpertAnimal.com non abbiamo il potere di prescrivere trattamenti veterinari o fare qualsiasi tipo di diagnosi. Ti invitiamo a portare il tuo animale domestico dal veterinario nel caso in cui presenti qualsiasi tipo di condizione o disagio.

Se vuoi leggere altri articoli simili a Rabbia nei cani - Sintomi, contagio e trattamento, ti consigliamo di entrare nella nostra sezione di malattie infettive.

Sintomi della rabbia nell'uomo dovuti a morsi di cane

La rabbia è una malattia che può essere diffusa nell'uomo e in tutti i mammiferi. Il gruppo di persone più colpite da questa malattia sono i volontari che si prendono cura dei cani nei rifugi o nei rifugi. La rabbia è relativamente comune nei cani abbandonati, poiché sebbene abbiano ricevuto un vaccino pochi mesi dopo la nascita Deve essere efficace se non viene rinnovato.

Se il cane abbandonato è stato morso da un altro o ha condiviso la saliva con esso, può catturare la malattia, che a sua volta può essere contratta da un essere umano attraverso lo stesso processo. Il virus della rabbia dura fino a un'intera giornata nel corpo di un cane anche se è morto e ha persino una certa resistenza nell'aria. Per questo motivo dobbiamo prendere precauzioni se troviamo un cane per strada o se decidiamo di collaborare con una centrale elettrica, quindi è essenziale conoscere i sintomi di questa malattia.

Sintomi della rabbia in un cane

Riconoscere un cane con rabbia è relativamente facile se sai che si sviluppa in tre fasi. Il primo è quello in cui il tuo collega cambia personaggio, è scontroso, disorientato, trema ed è nervoso, anche se sembra aver paura di te. Se non hai motivo di apparire spaventato, se non ci sono spiegazioni ambientali o comportamentali per esso, devi esaminare il tuo corpo alla ricerca di una ferita a forma di morso per sospettare che abbia rabbia.

La fase successiva è la più facile da riconoscere e risponde alla descrizione più popolare di questa malattia. Il tuo collega sarà molto aggressivo, violento e si comporterà come se non ti conoscesse. Il virus della rabbia colpisce il cervello causando aggressività, motivo per cui si comporta così.

Infine, la malattia paralizzerà il tuo corpo fino a quando non ti toglierà la vita. Se vedi uno di questi sintomi di rabbia in un cane che incontri per strada, abbi cura di interagire con luiLa cosa migliore che puoi fare è chiamare un protettore per occuparti delle cure pertinenti.

Esiste un trattamento per la rabbia, ha una cura?

La realtà è no. Se vedi un cane con rabbia per strada non sarai in grado di salvarlo, quindi corri il rischio di prenderlo. Ancora una volta, in questo caso devi chiedere un aiuto professionale. Quello che devi fare per fermare questo male nel tuo collega è ricorrere alla vaccinazione perché l'unico rimedio efficace contro di essa. La rabbia proviene da un virus, il vaccino addestra il tuo cane ad affrontarlo in caso di infezione, pertanto è indispensabile averli sempre in ordine.

Rabbia nei cani vaccinati, possono ottenerlo?

Diciamo che devi avere il vaccino sempre aggiornato perché se ricevi l'iniezione solo quando sei un cucciolo, la crescita cesserà di essere efficace. Quando visiti il ​​tuo veterinario dopo aver adottato il tuo peloso, vaccinerà e consegnerà anche il calendario pertinente. Seguilo attentamente perché è l'unico modo efficace per prevenire la rabbia nei cani e nei cuccioli.

Se stai leggendo questo e pensi di andare da un veterinario per lavorare come veterinario, devi vaccinarti contro la rabbia e imparare a identificare i sintomi della malattia, poiché vedrai molte volte con i cani che ce l'hanno. Se hai domande su questo problema, non esitare ad avere i nostri veterinari online, comunque, di fronte alla rabbia nell'uomo e nei cani, il tempo è breve. Esci sollecitando il più presto possibile.

Sei stato lasciato con dubbi? Chiedi ai nostri veterinari:

Tutto ciò che devi sapere prima di un morso di cane

Se mai un cane Ti ha morso, forse ti chiedevi se l'animale era arrabbiato e non sapevi cosa fare. Proprio questo giovedì 28 settembre si festeggia Giornata mondiale della rabbia, una data che ricorda l'importanza di vaccinare i nostri animali domestici.

“La rabbia è una malattia mortale, se uno non viene curato e il cane è arrabbiato, la persona morirà ", ha detto, utile e interessante, il medico Ricardo López, medico veterinario del National Institute of Health.

Attualmente, in calce non c'è rabbia, tuttavia, secondo i dati del National Institute of Health, a Arequipa sono stati rilevati più di 35 casi.

Sintomi iniziali di una persona con rabbia

Quando una persona ha subito un morso di cane con rabbia, ha alcuni sintomi iniziali che includono: febbre, bruciore e formicolio nel sito del morso, perdita di sensibilità, spasmi muscolari. Nelle fasi più avanzate, il virus della rabbia continuerà a diffondersi attraverso il sistema nervoso centrale, portando all'infiammazione del cervello e del midollo spinale, causando la morte della persona infetta.

Aree sensibili

Se ci sono più ferite o se il morso si è verificato in aree come viso, collo o polpastrelli, il medico deve applicare il vaccino contro la rabbia.

prevenzione

Se un animale ti morde, lo specialista del National Health Institute consiglia di lavare la ferita con acqua e sapone. Successivamente, il paziente deve andare al servizio medico di emergenza e se il cane che lo ha morso è fuggito, dovrà essere vaccinato contro la rabbia.

Come sapere se il cane ha la rabbia?

Sintomi iniziali di la rabbia. Il cane cambia comportamento, fugge dalla luce, inizia ad entrare in luoghi bui, ha paura dell'acqua e non vuole mangiare. Inoltre, il cane inizia ad avere un ringhio e una corteccia più intensi, perché c'è un'influenza sulla faringe e sulla laringe.

Sintomi di rabbia in fase avanzata. Il cane inizia ad avere coordinazione motoria. Le zampe posteriori oscillano quando cammina e ha contrazioni.

il cane malato di rabbia Può resistere solo da 5 a 8 giorni. "Se sono già 10 giorni ed è ancora vivo, allora non è arrabbiato", ha detto il medico a RPP Aldo Lama, direttore sanitario regionale di Callao.

Malattia della rabbia nei cani

Virus della rabbia È presente nella saliva infetta e penetra nel corpo attraverso un morso. Può anche essere trasmesso attraverso la saliva attraverso una ferita aperta o una mucosa.

Nel caso dei cani, il il periodo di incubazione è da due a otto settimane, sebbene possa essere ridotto a uno o esteso a un anno intero. Il virus raggiunge il cervello attraverso il sistema nervoso, quindi, Più distante è il morso del cervello, più lungo sarà il periodo di incubazione. Dopo aver raggiunto il cervello, il virus ritorna in bocca, penetrando nelle ghiandole salivari fino a 10 giorni prima che si manifestino i primi sintomi.

Sintomi della rabbia nei cani

I sintomi della rabbia sono dovuti all'infiammazione del cervello (encefalite) e ne hanno diversi fase:

  • incubazione. In questa fase, il cane ancora nessun sintomo della malattia. Può durare da una settimana a diversi mesi.
  • Fase pondromica. Dura da due a otto giorni. Osserverai i cambiamenti nel comportamento abituale del tuo cane. Inoltre, è spesso morso nel punto in cui è penetrato il virus. Più tardi il cane si ritirerà e passerà il tempo a sembrare astratto nel vuoto.
  • Fase aggressiva. Il cane diventa pericoloso e aggressivo, attaccando tutto ciò che si muove. I muscoli del tuo viso entrano nello spasmo e tirano indietro le labbra, esponendo i denti. Morderà chiunque lo incontri. È una fase pericolosa in cui dovresti avere cu> Cosa fare se sospettiamo che il nostro cane possa aver contratto la rabbia

  • Esamina il tuo cane per individuare possibili morsi, lei> Trattamento della malattia di rabbia

Non esiste attualmente alcun trattamento per la rabbia. Pertanto, quando un cane viene morso da un altro animale, si presume che possa essere rabbioso fino a prova contraria.

Se il cane è vaccinato, ti verrà data una rivaccinazione e sarai tenuto sotto osservazione durante 14 a 20 giorni secondo protocollo di azione in vigore nel nostro paese.

Se il cane non è vaccinatodovrebbe essere macellati o messi in quarantena per sei mesi. In caso di quarantena e non mostra sintomi della malattia, verrai vaccinato un mese prima di rilasciarlo.

Prevenzione della malattia della rabbia

il vaccinazione È una forma molto efficace di prevenzione. Inizia a tre mesi, con la rivaccinazione un anno dopo e poi ogni uno o tre anni, a seconda della legge in vigore.

Qualsiasi morso di un animale selvatico Dovrebbe essere considerato un potenziale portatore di rabbia. È essenziale ripulire Morde e graffia rapidamente e accuratamente con acqua e sapone, somministrando anche un antisettico. Questa azione riduce notevolmente il rischio di contrarre la malattia. Non è conveniente suturare la ferita. Quindi vai a veterinario per vaccinare il tuo cane e prendere le misure appropriate.

La profilassi deve iniziare prima che siano trascorsi 14 giorni dal morso, poiché non è efficace quando compaiono i primi sintomi della malattia.

Inoltre, cerca di impedire al tuo cane di interagire con animali selvaggi o sconosciuti. Usare cautela con gli animali abbandonati e, invece di raccoglierli, avvisare l'autorità competente. Fallo anche se sospetti che un animale che non è tuo possa avere rabbia. Ciò impedirà la diffusione della malattia.

Quando viaggi con il tuo cane, prendi il certificati di vaccinazione antirabbica, poiché se si accede a un'area in quarantena e non è possibile dimostrare che il cane è stato vaccinato, può portarlo via.

Video: Quali infezioni possono essere trasmesse dagli animali all'uomo? (Ottobre 2020).

Pin
Send
Share
Send
Send