Animali

Il mio gatto non è accarezzato, perché?

Pin
Send
Share
Send
Send


La domanda "Perché il mio gatto non si lascia toccare? ", forse uno dei più ripetuti dai proprietari per la prima volta di un felino. La tendenza a considerarli come un piccolo cane, o alcuni errori da principiante che facciamo di solito anche se siamo già veterani, può far scappare la nostra figa ogni volta che proviamo a mostrare il nostro affetto con le carezze.

Questo articolo di Animal Expert cercherà di spiegare qualcosa in più sul carattere peculiare dei gatti e sulle conseguenze che ciò può avere sul interazione umana e felina.

Non sono cani di piccola taglia

Sappiamo che sono carnivori, che sono il secondo animale da compagnia più frequente nelle nostre case, che ci ricevono quando arrivano a casa facendoci sentire speciali e che, a modo loro, godono della nostra compagnia. ma i gatti non sono cani di piccole dimensioni, un problema evidente che spesso dimentichiamo. Allo stesso modo in cui insistiamo sul fatto che i bambini non molestano gli animali manipolandoli senza preavviso, o insistentemente, dobbiamo capire che avere un gatto è come avere un capo esigente: deciderà lui praticamente tutto ciò che riguarda l'interazione con il tuo essere umano.

Per i gatti, la nostra casa è la loro casa e ci permettono di vivere con loro. Ci segnano lo sfregamento quotidiano contro le nostre gambe in ciò che intendiamo come un segno di affetto, e nel loro mondo lo è. ma un affetto particolare in cui è chiaro chi governa. Pertanto, e per quanto riguarda le carezze, dobbiamo capirlo sarà il gatto a decidere come e quando potrà essere accarezzato e / o manipolato e ci mostrerà il suo disaccordo o la conformità con molteplici segni del linguaggio del corpo felino (posizione dell'orecchio, movimenti della coda, alunni, suoni) che indicherà quando terminare la sessione, oppure Se possiamo continuare.

Ma se il mio gatto è come un animale di peluche.

Naturalmente, questo non significa che non ci siano molti "crocchette", autentici pacchi di peluche che si comportano come più accomodante dei cuccioli di giro. In effetti, il carattere varia notevolmente a seconda del tipo di gatto predominante e le differenze tra gatti europei e americani possono essere ascoltate in molti studi.

Anni di selezione hanno avuto felini di compagnia di dimensioni e carattere più simili a quelli di un cane in alcuni luoghi del mondo, ma il richiamo gatto romano, il più frequente nelle case d'Europa, non è così diverso da quello che sciamava vicino ai fienili alcuni secoli fa, e il suo carattere non è di solito quello dei delicati ed enormi gatti americani.

Il momento sbagliato

Tendiamo sempre a calmare il nostro gatto con carezze quando lo vediamo in una situazione stressante, ma questo può causargli ancora più ansia, fargli evitare noi e, quindi, faremo in modo che il nostro gatto non venga toccato.

Tutti abbiamo l'immagine del nostro gatto che guarda fuori dalla finestra e mastica l'aria mentre fissa una colomba. In quell'istante potremmo vedere la sua coda muoversi con ansia. Il nostro tentativo di accarezzarlo probabilmente Ho finito col morso, poiché in quella situazione transitoria (o simili), il povero micio è un po 'frustrato e concentrato e l'ultima cosa di cui ha bisogno è una mano che poggia sulla schiena o sulla testa.

ilnuovo sono difficili da assimilare da parte dei gatti, quindi quando si visitano, cambiano mobili o si spostano, è normale evitarli quando insistiamo nel carezzarli per calmarli, senza aver precedentemente lasciato lo spazio e tempo necessario perabituarsi.

Se hai appena attraversato una situazione molto traumatica (la visita dal veterinario, ad esempio), è logico che ci vogliono alcune ore per perdonare il nostro tradimento, evitarci o ignorarci, proprio come quando è il momento di somministrare un farmaco diversi giorni e finirà Per spogliatoi non appena ci vedi entrare.

Aree vietate>

I gatti sono molto ricettivi alle carezze per alcune aree e abbastanza riluttanti ad essere toccati da altre parti del corpo. Le aree più accettate:

  • Collo.
  • Dietro le orecchie.
  • Mascella e parte del collo.
  • La parte posteriore del lombo, proprio dove inizia la coda.

Tuttavia, il detto "difenditi come un gatto a pancia in su" ha una solida base: di solito i gatti odiano il fatto che insistiamo per grattarsi la pancia, è una postura indifesa che non dà loro molta tranquillità. Quindi, se provi a farlo e ti chiedi perché il tuo gatto non viene toccato, ecco la risposta.

Anche i fianchi sono aree delicate e di solito non amano le carezze. Quindi nient'altro che il nostro felino ci permette di condividere la nostra casa con lui, dovremmo iniziare delicatamente identificare le zone Trovano particolarmente fastidioso il fatto che suoniamo.

Certo, ci sono i fortunati proprietari di gatti che possono accarezzarli a loro piacimento senza lasciare che la fica si fermi un minuto a fare le fusa, che ci siano, e ci dia una tremenda invidia. Ma quasi tutti i mortali hanno avuto o hanno un gatto standard, che ci ha lasciato diverse commissioni sotto forma di morsi il giorno o la settimana che Non ero dell'umore giusto Per carezze.

Un personaggio marcato

Come ogni cane, ogni essere umano o ogni animale in generale, ogni gatto ha un personaggioproprio, definito dalla genetica e dall'ambiente in cui è cresciuto (figlio di una madre spaventosa, convivente con altri gatti e persone nel loro periodo di socializzazione, situazioni stressanti nella fase critica di sviluppo).

Quindi, troveremo gatti molto socievoli e sempre disposti a interagire sotto forma di carezze e altri che ci terranno semplicemente compagnia a un paio di metri di distanza, ma senza maggiore fiducia. Di solito lo biasimiamo a passato incerto e traumatico, nel caso dei gattini di strada, ma questa personalità timida e sfuggente può essere trovata nei gatti che hanno condiviso la loro vita con gli umani sin dal primo minuto e che hanno fratelli relativamente socievoli.

I nostri tentativi di abituarli alla manipolazione possono aggravare la loro reticenza, ottenendo esattamente l'opposto di ciò che vogliamo, in modo che alla fine il nostro gatto uscirà da sotto il letto il tempo di mangiare e usare la sandbox e poco altro.

Puoi cambiare il carattere di un gatto?

Ci sono disturbi comportamentali che possono essere risolti con l'aiuto di etologi e / o farmaci, ma se il nostro gatto lo è sfuggente e timido, non possiamo cambiarlo, solo aiutarti incoraggiando i momenti in cui ti avvicini a noi e adattandoti a loro. Cioè, invece di cambiarlo, possiamo aiutarti ad adattarti e, se fallisce, ci adattiamo alla situazione.

Ad esempio, molti gatti adorano andare in braccio al loro padrone quando sono seduti davanti alla TV, ma si alzano immediatamente quando inizia a coccolarlo. Logicamente, ciò che dovrebbe essere fatto in questi casi è godere dell'interazione passiva, ma altrettanto confortante, e non insistere su ciò che non ti piace, anche se non ne conosciamo mai il motivo.

E gli ormoni.

Certo, se il nostro gatto è intero (non castrato) e arriva il momento della gelosia, tutto può succedere: dai gatti arisca che diventano lisci, ai gatti coccolosi che attaccano ogni essere umano che si muove. E carezze, per non parlare.

I gatti maschi possono fuggire dalle nostre carezze quando sono intere e arriva la stagione degli amori perché di solito sono più occupati a segnare il territorio, a cacciare i concorrenti, a esplorare attraverso la finestra (con risultati tragici molte volte) e prestando attenzione ai loro istinti, che in Socializza con le persone.

Nel caso in cui il nostro gatto sia sempre stato accarezzato senza grandi problemi, con i suoi giorni migliori e peggiori, ma prendiamoci un po 'schivando le nostre carezze o attaccandoci toccandolo, cioè osserviamo un evidente cambiamento di carattere, può essere un chiaro sintomo del dolore e, quindi, la risposta alla domanda "perché il tuo gatto non si lascia toccare" è nelle seguenti cause:

  • artrosi
  • Dolore riferito di alcune parti del corpo
  • Ustioni locali che possono insorgere dopo l'applicazione di un farmaco,
  • Ferite che si nascondono sotto la pelliccia. eccetera

In questo caso a visita dal veterinario, che escluderà le cause fisiche e cercherà, una volta eliminate queste probabilità, le cause psichiche, aiutate dalle informazioni che forniamo. Ti consigliamo di leggere l'articolo di Expert Animal sui 10 segni di dolore nei gatti, per completare queste informazioni.

il demenzanei gatti Non è ben documentato come nei cani, ma è anche possibile che nel corso degli anni i gatti cambino le loro abitudini come i cani. Sebbene ci riconoscano, può darsi che anche prima che amassimo essere accarezzati, gli anni lo rendono più speciale e decidono di tagliare le carezze prima o di scegliere di evitarle, senza alcuna prova di dolore fisico o sofferenza psichica. solo che diventano scontrosi, come gli umani, ma è necessario prima verificare che l'origine di quel comportamento non sia un disturbo fisico o mentale.

Se vuoi leggere altri articoli simili a Perché il mio gatto non si lascia toccare?, ti consigliamo di accedere alla nostra sezione Problemi di comportamento.

Perché il mio gatto non si accarezza?

Esistono diversi motivi per cui un gatto non vuole essere toccato. I principali sono:

    Non hai avuto> Come si accarezza un gatto?

Può sembrare molto semplice, ma se non hai molta esperienza, l'animale potrebbe pensare di essere un po 'brusco o di fare movimenti molto veloci. Per il gatto, l'essere umano è molto grande, quindi se vogliamo che si avvicini a noi, Ti consiglio di seguire questo passo per passo:

  1. Mettiti di fronte al tuo gatto e siediti sul pavimento.
  2. Invitalo più vicino offrendo delizie per gatti. Se vedi che ti ignora, gettalo un po 'in modo che sia vicino alla sua posizione, e poi un altro ma questa volta è più vicino a te.
  3. Molto probabilmente il gatto non esiterà ad avvicinarsi a te, quindi una volta che lo hai chiuso, lascialo annusare e, se lo desideri, dagli una sorpresa.
  4. Ora lascia che l'odore della tua mano e delicatamente fai scorrere le dita sopra la testa.
  5. Se ti piace, puoi accarezzare la schiena fino a raggiungere la coda, altrimenti dovrai accontentarti di accarezzare la testa oggi.

Ripeti questi passaggi più volte al giorno per un po 'e vedrai quanto a poco a poco farai accarezzare il tuo gatto da te.

36 commenti, lascia il tuo

Ho un gatto che l'ha preso da un protettorato, avevo 4 mesi, mi sono gommato e è diventato molto bello con mio figlio che ha sempre giocato con lei il coji per lui perché continuava a dirmi di comprarne uno, in breve, cosa Succede che ormai circa 6 anni fa vive con me perché alla moglie di mio figlio non piacciono i gatti (ma quando viene a casa mia se gioca con lei).
Dal momento che ho una partita con lei, sembra una buona giocatrice di calcio e soprattutto una buona portiera poiché prende tutto ciò che ti lancia ma non si lascia accarezzare e soprattutto lo prende, non lo lascia affatto, ci sono momenti in cui vorrei portarla per abbracciarla e sentirla tra le mie braccia ma questo è impossibile Cosa posso fare?
Sono molto felice con lei ed è molto carina per me.
Grazie

Ciao Mary
Cerca di dare occasionalmente lattine o premi per i gatti. Lo adorano e puoi usare questo cibo per renderli più sicuri. Mentre mangi, accarezza la tua schiena come quella che non vuole la cosa: due o tre carezze e ti porti via la mano. Quindi per diversi giorni.
A poco a poco vedrai come si avvicinerà a te, strofinandoti contro le gambe.
A proposito, quando ti guardo, restringi un po 'gli occhi. Questo trasmetterà un bellissimo messaggio: che la ami e che lei può fidarsi di te. Se fa lo stesso, è perché l'apprezzamento è reciproco.
Un saluto.

Ciao buona notte, così alcuni giorni ho adottato un gattino di 2 mesi, mi si è avvicinata per chiedermi di mangiare ma al momento voglio caricarlo, si sposta fino in fondo che non le piace essere caricata e quando lo accarezza si ritira, e mi piace così tanto che l'accusa e il bacio alla forza faccio male per farlo? è che quando ho adottato il mio primo gattino si è avvicinato per portarlo e è durato molto nelle mie braccia addormentate e voglio fare lo stesso con il gattino, ma lei non lascia cosa posso fare

Ciao Alejandra.
Devi guadagnare la loro fiducia a poco a poco, con giochi, lattine di cibo umido per gattini e accarezzandolo ad esempio quando mangi o quando dormi. Queste carezze devono durare poco all'inizio, poiché vedi che si avvicina a te puoi accarezzarle più spesso.
Un saluto.

Ciao, ho 4 bellissimi gattini, ma uno di loro, il 2 ° gatto che avevo, non mi ha più permesso di essere accarezzato o afferrato prima che fosse lasciato, era molto giocoso, ma è arrivato un altro gattino e non è più rimasto ed è quasi impossibile vedere, non so cosa fosse. un cambiamento molto improvviso

Ciao Gaby
Sono castrati? Altrimenti, è molto probabile che sia entrato in calore e che gli altri non vogliano avvicinarsi troppo.
In quel caso il mio consiglio è di portarli a castrare per evitare problemi.
Un saluto.

Ciao, ho un gatto che ho raccolto nell'ottobre 2016 ed ero incinta. Era affettuosa, si lasciava trasportare e non era aggressiva. Poi sono nati i cuccioli che li hanno allattati al seno fino a 2 mesi e io sono rimasto con due di loro.
I cuccioli hanno già 4 mesi e il mio gatto ha 10 mesi, ma lei non si lascia accarezzare o trasportare, è diventata aggressiva anche con i suoi cuccioli. Cosa posso fare
Grazie

Ciao luisa
Forse è tornato al caldo e non vuole avere i suoi cuccioli nelle vicinanze.
Il mio consiglio è di portarla a castrare per evitare più cucciolate e farla calmare.
Un saluto.

Ciao! Qualche mese fa ci hanno lasciato un gattino piuttosto spaventato alla porta e abbiamo deciso di adottarlo, con il passare del tempo ha preso confidenza, ma da quando è con noi non ha avuto contatti con altri gatti. Succede che due giorni fa abbiamo visto un gattino e l'abbiamo portato a casa, il nostro gattino non è così grande ha circa 4 mesi, ma il gatto ha circa due mesi. E quando è arrivato ha reagito piuttosto male, non lo avevamo mai visto sulla difensiva, ma li abbiamo in stanze separate e abbiamo portato il gattino per 15 minuti affinché il gatto lo vedesse. Ma c'è ancora molto rifiuto e ora cerca di mordersi la coda e grattarsi, cosa devo fare? Grazie

Ciao Lulu
I gatti sono molto territoriali da quando erano molto giovani. Il mio consiglio è di tenere il gattino in una stanza per tre giorni. Metti il ​​tuo cibo, acqua, sandbox e un letto che hai coperto con una coperta o un panno. Copri anche il letto del gattino con una coperta o un panno e il secondo e il terzo giorno intercambia le coperte o i tessuti.
Il quarto giorno, fagli vedere l'un l'altro, ma guardali per ogni evenienza. Dai loro una lattina di cibo umido - entrambi allo stesso tempo - in modo che possano vedere che non succede nulla. Se ringhiano o sciarpa, è normale. Ciò che non deve accadere è che la pelliccia sia irta e combattente. Se vedi che stanno per farlo, separali e riprova il giorno successivo.
Coraggio.

Bene, ho un grilletto da ottobre 2016, l'abbiamo preso con poco più di due mesi e quando è arrivato era tutto caro. Giaceva accanto a noi, l'abbiamo accarezzata e ha fatto le fusa fino a quando non si è addormentata ... Ma col passare del tempo, ha smesso di essere così e ha iniziato a comportarsi più distante. Cominciò a giocare con le sue mani, a dormire da solo ... Al punto che oggi non si lascia accarezzare, ritira la tua mano e inizia a leccarti fino a quando, se sei pesante, finisce per mordere. Non ho alcun problema che sia così, ma vorrei che fosse il gatto amorevole che era una volta.

Ciao Javi.
È successo qualcosa che potrebbe averti fatto cambiare il tuo atteggiamento ora o in passato? Ad esempio, una mossa, la perdita di una persona cara, un momento di tensione ...

Ad ogni modo, il tuo gatto deve avere circa sette mesi, giusto? A questa età è quando raggiungono la maturità sessuale (anche a volte prima). Se non sei castrato, potresti sentirti un po 'frustrato. Normalmente un gatto in calore diventa molto affettuoso, ma a volte capita che diventa un po ', diciamo, irritabile.

Il mio consiglio è di portarla a castrare nel caso non lo fosse. Non solo per essere quello che era, ma anche per evitare le cucciolate indesiderate.

Un'altra opzione è quella di dare occasionalmente lattine di cibo umido e approfittare del momento in cui mangi per accarezzarlo. È anche importante giocare con lei, ad esempio con una corda, poiché il gioco è un modo molto efficace per riguadagnare la fiducia e l'amicizia di un gatto. A poco a poco dovrebbe essere più gentile e affettuoso con te.

Ciao! Due giorni fa ho preso un gattino, era entrata nel garage di un vicino e lui le aveva messo del cibo ma non poteva più averlo lì a causa delle lamentele dei vicini. La gattina ha circa un anno ed era super coccolosa e piuttosto estroversa, si lasciò tenere tra le braccia e mi baciò persino sulle mani senza conoscermi, ho deciso di portarla a casa e metterla in una stanza separata, ho altri due gatti a casa (femmina e maschio, entrambi castrati) e dal momento che il nuovo li ha annusati non vuole che la accarezzi, sta mangiando bene, ma passa quasi tutto il tempo nel trasporto e quando rischio di toccarla molto appassionata. Cosa posso fare per fidarmi di nuovo? Quando sarebbe il momento migliore e come presentare gli altri gatti? Grazie in anticipo!

Ciao Yanet.
È normale che il gatto si senta un po '"sopraffatto" dal cambiamento. Possono essere necessari diversi giorni per abituarsi alla tua nuova casa.
Per andare d'accordo con i gatti, ti consiglio di riacquistare la fiducia, e per questo non c'è niente di meglio che darti di tanto in tanto lattine per gatti (se puoi, una al giorno). Durante il primo giorno non fare nulla, stai solo vicino a lei. Ma nel secondo puoi provare ad accarezzarla "senza accorgertene", se vedi che diventa nervosa e / o sbuffa, non farlo e prova il giorno dopo, ma se continua a mangiare tranquillamente accarezzala un po '.
Aumenta gradualmente il tempo che usi per accarezzarlo. Dopo aver mangiato, è molto consigliabile giocare con lei, ad esempio con una corda. Così presto si fiderà di nuovo di te.
Quando è calma con te, puoi iniziare a socializzarla con gli altri gatti. Copri il tuo letto e quello degli altri pelosi con una coperta o un panno (a seconda che sia autunno o estate) e scambiali dal giorno successivo.
Al quarto / quinto giorno puoi presentarli, ma essere sempre presente. Se sbuffano o ringhiano, è normale, ciò che non devono fare è fissare i denti. Se lo fanno, tienili separati per un altro giorno e riprova.
Mood.

Ciao! Ho un gatto che mi è stato dato ieri, non so quanti mesi siano ma sembra circa 4 o 3 mesi, il fatto è che è molto spaventata, non si lascia accarezzare e si nasconde dove non la trovano, tanto che Troviamo difficile uscirne, dal momento che vogliamo che tu non abbia paura di forzarlo, e non so come stabilire una relazione amichevole, affettuosa e reciproca tra i due, cosa mi consigliate?

Ciao Elizabeth
Devi avere pazienza. I gatti possono impiegare molto per abituarsi.
Offrigli occasionalmente lattine per gattini o dolcetti per gatti, invitalo a giocare con te e lascialo esplorare la sua nuova casa.
Quando ti avvicina senza paura, accarezzalo di tanto in tanto, come se davvero non lo volesse. All'inizio ti sentirai un po 'a disagio e potresti anche avere paura e chiederti cosa è successo, ma continua a farlo per alcuni giorni / settimane.
Non forzarla a nulla. Osserva il loro comportamento. Guardala con amore e restringi gli occhi, così capirà che la ami e che può fidarsi di te. Se fa lo stesso, avrai già guadagnato la sua fiducia.
Ma questo richiede tempo, è tempo. Segui il tuo ritmo e vedrai come andrà tutto bene.
Un saluto.

Ciao
Ho un gatto da adulto, l'ho raccolto dalla strada circa due mesi fa, non è mai stato accarezzato, si sta avvicinando a me, quando parlo arriva, è già sterilizzato. Oggi avevo alcuni fogli di carta in mano e ho cercato di accarezzarli con i fogli, se n'è andato, ma poi si è avvicinato a me e mi ha graffiato la gamba, si è arrabbiato perché ho provato ad afferrarlo e l'ha tirato fuori. Come posso renderlo più amichevole?

Ciao Diana
Quando i gatti vengono prelevati dalla strada da adulti, hanno più problemi di adattamento, soprattutto se non avevano mai avuto contatti con umani prima d'ora.
Devi essere molto paziente. Non provare ad accarezzarlo, tanto meno a prenderlo se non vuole. È meglio andare a poco a poco.
Offri prelibatezze per gatti o anche cibo umido (lattine). Invitalo a giocare, ad esempio, con una corda.
Con il passare del tempo avrai più fiducia.
Hai altri suggerimenti in questo articolo.
Un saluto.

Ciao, abbiamo ospitato un gatto adulto (senza castrare) perché i suoi ex proprietari non potevano occuparsene. Il problema deriva dal non lasciare o accarezzare, spazzolare o tagliare le unghie ... E quando ci avviciniamo molto ad esso sbuffiamo, ringhiamo, lasciamo andare e urla ... Il gatto intorno alla casa sta bene, lo attraversa ma con noi Non c'è modo. È stato a casa per alcuni giorni ... Forse ci vorrà più tempo? Le diamo dei premi ma lei non li vuole ... Non so cosa posso fare.

Ciao Anna
Sì, ha bisogno di tempo 🙂
Dai di tanto in tanto alle sue lattine (cibo umido) per i gatti e invitala a giocare con le corde o le palle. A poco a poco si fiderà di te.
Un saluto.

Mi hanno dato un gattino per 2 mesi e mezzo e non voglio uscire sotto il letto e non farmi toccare, è molto aggressivo, cosa posso fare?

Ciao Dunia.
È importante avere molta pazienza. Darle cibo umido per i gattini (dal momento che ha un odore più forte, lo adorerà), invitala a giocare ogni giorno con una corda o una palla e vedrai che si fiderà di te nel tempo.
Mood.

Ciao.
Ho adottato un gattino quando avevo due mesi. Attualmente ha 4 mesi e tutti i gatti di casa mia sono in calore, non so davvero se anche lei fosse in calore perché mi rende molto giovane. Ma ultimamente si lascia accarezzare molto poco, è molto irritato,
(Ci vuole circa 1 settimana.) Non è permesso essere catturati, perché inizia a mordere e muoversi in modo che sultano. Cosa potrebbe accadergli? Qualcosa fa male? Sarai incinta? Ed è per questo che lo lascia toccare?
Aiuto!

Ciao carmen
Probabilmente sarai incinta, sì. Ti consiglio di portare i gatti a castrare, quindi sicuramente il gatto sarebbe come prima.
Un saluto.

Ciao quello che succede è che ho due gatti (mamma e figlia) ma la mamma (keilly) lascia vivere i cuccioli e uccide i maschi, d'altra parte la figlia (la mia) ha avuto un gattino (Felicia) ma la lascio "Nelle cure" di Keilly il gattino deve avere due mesi, ma non si lascia toccare e morde o graffia, Keilly ha appena avuto un altro gattino (Ambar) di 3 settimane ed entrambi i cuccioli vivono insieme ma temo che Felicia non mangi abbastanza per quello che vorrei sapere come avvicinarmi a Felicia ed essere in grado di darle da mangiare, ma si nasconde sempre e inizia a voler attaccare come posso fare per prenderla e darle da mangiare

Ciao Valeria
Se te lo puoi permettere, è meglio portarli a castrare tutti, anche i giovani quando sono maggiorenni (sei mesi).
Il fatto che non siano sterilizzati può renderli molto nervosi, poiché hanno anche gattini da proteggere e da curare.

Per migliorare la convivenza, puoi dare loro del cibo umido per gatti allo stesso tempo. Prenditi questo momento per accarezzarli (senza sopraffarli). Trascorri del tempo con loro e invita Felicia a giocare con una corda o un altro giocattolo. Insiste ogni giorno e a poco a poco sarà rassicurante con te.

Ciao! Abbiamo preso un gattino dalla strada per circa 3-4 mesi. Il gatto è molto spaventato e dopo una settimana non abbiamo notato alcun progresso. Sempre nascosto, ha una faccia triste, fa molta carne su tutto quando è solo ed è impossibile avvicinarsi perché si restringe nella paura e se pensa che tu ti sia avvicinato molto.
Quando siamo nella stanza non ci prende gli occhi. Abbiamo cercato di insegnargli da mangiare, di agire come se non ci fosse, di insegnargli giocattoli e niente ...
Non sappiamo se gli abbiamo fatto un favore portandolo con noi o infastidendolo perché non vuole stare in una casa ...
È disperato ... Cosa possiamo fare ??
Grazie

Ciao Lidiana
Con quell'età il gatto randagio si sta già rendendo conto di dove si trova e, ovviamente, non avendo mai vissuto con gli umani prima non sa di che si tratta.
Anche così, non è troppo tardi perché si abitui a te, perché è ancora un bambino. Ma devi essere molto paziente e insistere molto, con i giochi, con il cibo.
L'atmosfera deve essere calma, senza rumori forti o movimenti improvvisi.
Se riesci a ottenere Feliway nel diffusore (nei negozi di animali domestici) perfetto, ti aiuterà a stare calmo.
Coraggio.

Mio nipote ha adottato un gatto di circa 2 anni, nel rifugio si è avvicinato e ha pensato che a casa sarebbe stato lo stesso. Lo ha avuto per quasi 6 mesi e non è stato in grado di avvicinarsi. Pensa di essere stato maltrattato e non ha mai vissuto con una famiglia. Non vuole costringerla e spera che si abituerà gradualmente. Puoi fare qualcosa per accelerare questo approccio?

Ciao Pilar
Wow, poveretta 🙁
In questi casi devi essere molto paziente. E, soprattutto, cerca di non fare rumore.
Usare il feliway e mettere musica strumentale tranquilla (come quella degli indiani d'America, per esempio, o del giapponese tradizionale) sono piccole cose che possono aiutare.

Raccomando anche occasionalmente di regalarti prelibatezze per gatti e lattine di cibo umido (quest'ultimo di tanto in tanto, poiché altrimenti potrebbe capitare che ti abitui e non desideri mangiare il tuo solito cibo).

E se ancora non migliora, c'è la possibilità di consultare un esperto di comportamento felino. Se vieni dalla Spagna, ne abbiamo due molto buoni: uno è Laura Trillo Carmona (da therapyfelina.com) e l'altro è Jordi Ferrés (da educadordegats.cat/en/index.html).

Ho 2 gatti che sono sorelle, me li hanno dati da quando erano piccoli quando sono diventati indipendenti dal loro gatto madre ... quando li hanno portati perché erano ovviamente metà alterati e sono fuggiti per nascondersi dopo che 1 di loro ha iniziato ad avvicinarsi a me e poi ho iniziato a lasciarla poi accarezzando l'altro l'ha seguita, ma da quando sono cresciuti (4-5 mesi) quello che ha iniziato ad avvicinarsi a me ora non piace a nessuno toccarla e anche lei piange di salute è perfetta, spesso la portiamo dal veterinario e lei ha i suoi vaccini a parte Sono stati operati per circa 2 mesi, quando il mio gatto dorme, non si preoccupa di essere accarezzata fino a quando non la accoglie in modo da poter accarezzare la piccola gamba e il piccolo ardiglione, ma si sveglia. Arriva al primo è molto compreso ma trovo strano che non si lasci accarezzare o altro) sua sorella è cambiata fino a quando non ti ha lanciato i morsi in modo che la accarezzi quando è stata lei che è arrivata da poco più tempo per avvicinarsi e Ho anche ringhiato.

Ciao Isacco.
Ci sono gatti ... e gatti. Succede anche a me che ho dei gatti che si sciolgono con le carezze, ma ci sono invece dei gatti a cui non piace troppo. È normale. 🙂
Puoi provare ad accarezzarla quando è occupata, per esempio, quando mangia, ma se non le piace ... beh, niente.
Un saluto.

Ciao. Ho un santuario dei gatti. 21 in totale. C'è un gattino (da un gatto salvato che era incinta) che ha sempre avuto molta paura. Si lascia accarezzare solo quando lo nutro, ma per il resto della giornata scappa e non mi fa avvicinare (tranne afferrarla). Ha quasi 2 anni, ma il suo comportamento è sempre stato lo stesso. Non ho problemi con le sue due sorelle e il resto dei gatti, ma questa in particolare mi dà problemi quando non riesco ad avvicinarmi, tranne un po 'quando le nutro. C'è qualcosa che posso fare? Ho provato il cibo, ma non appena vado senza cibo, se ne va. Non noto che è paura (se un'altra persona entra nel santuario è diverso, trema). Quando li ho cresciuti con la madre e le sorelle, si è lasciata prendere, sebbene fosse sempre la più sfuggente.

Ciao Daniel
Per quello che dici, a quel gatto semplicemente non piace essere accarezzato o campioni di affetto che coinvolgono il contatto fisico. Non succede niente. Devi solo rispettarlo 🙂

Per dimostrargli che lo ami non è necessario averlo su di lui. Guardandola e sbattendo le palpebre lentamente le dirai già che provi apprezzamento per lei.

Ciao, ho un gatto di circa 6 o 7 mesi, l'ho trovata per strada quando avevo tra i 2 e i 3 mesi, il problema è che è diventata molto aggressiva, non mi lascia caricare per un secondo e prima di dormire in cima il mio per un po 'ma ora non dorme da nessuna parte, è iperattiva e ha molti giocattoli e gioca con lei ma arrampica sempre dappertutto, morde cavi e tutto, graffiando me e mia mamma, la domanda è che solo Si addormenta quando la lasciamo sul nastro trasportatore o di notte la lasciamo in cucina con il suo cibo, l'acqua, il bagno, il letto e persino i giocattoli. Ma non sappiamo più cosa fare, quasi ogni giorno ci spider, so che lo fa suonare ma ci fa molto male e non capisce i limiti. Non so se portarla a castrare migliorerà il suo personaggio, ma lo spero. Perché diventa molto difficile vivere insieme così.

Ciao Romina.
Castrare è qualcosa che raccomando, si calmerà. Ma devi sapere che non risolverà il problema. Perché ciò accada devi armarti di pazienza, giocarci molto e insegnargli a non graffiare e a non mordere.
Un saluto.

Condividi il post

ci gatti molto addomesticati che richiede un contatto diretto e costante con le persone e ci sono gatti più schifosi che provano paura e paura quando ci avvicinano.

La prima cosa da escludere è il dolore. Dobbiamo essere totalmente sicuri che il gatto non lo lasci toccare perché fa male a una parte del suo corpo. Se il nostro gatto è totalmente sano, allora possiamo già dare la colpa a chi è arisco al suo comportamento.

un cat is arisco per diversi motivi. Se è stato un gatto raccolto dalla strada o da un rifugio, è semplice, il gatto è arisco perché deve completare la sua fase di socializzazione e per questo dobbiamo solo avere pazienza, molta pazienza.

Un altro motivo potrebbe essere dovuto alla paura. Ci sono gatti che fanno paura e ogni movimento improvviso, suono forte, lo spaventa. Se ciò è accaduto mentre lo accarezziamo, associerà la paura all'avvicinarci. Possono anche manifestare questo comportamento spaventoso se ci sono più gatti a casa con i quali non si sentono sicuri al 100%.

Ciò di cui dobbiamo essere chiari è che i gatti vengono accarezzati quando vogliono e non quando vogliamo.

Sono loro che dovrebbero avvicinarsi a noi, non dobbiamo mai prenderli alla sprovvista e addormentati. Hay que acercar lentamente la mano hacia su nariz para que nos huela. Una vez que te de un toque con su nariz, es momento de comenzar a acariciar. Comenzaremos por la cabeza, luego por el lomo, barrigas si se pone bocarriba y patas. A cada gato le gusta unas zonas más que otras así que solo tienes que observar hacia donde el gato te va dirigiendo y acariciar donde el gato te va indicando.

En casa, con este problema, tenemos a Lía, tremendamente asustadiza. Solo la podemos tocar cuando ella se acerca a nosotros y cualquier intento de acercarte tú a ella, sale corriendo.

Cuando ella decide acercarse, es tal su miedo, que quiere que la acaricie pero a la vez, va culeando para atrás de manera que es casi imposible ni siquiera el llegar a rozarla. Cuando por fin decide quedarse quieta, le encanta que le acaricien todo el cuerpo, sobre todo la barriga y muy pronto de planta con las patas hacia arriba y se queda un rato así, siempre sin perder el constante estado de alerta para salir corriendo al más mínimo movimiento.

Paciencia, no nos queda otra. Mucha paciencia y buena mano.

Mi gata no se deja tocar

Efectivamente, mi gata no se deja tocar, pero no solo no se deja tocar sino que no la puedes ni mirar directamente a los ojos, sale despavorida aunque este sumergida en el sueño más profundo.
La miro y pienso en lo suave que debe ser su tripita, en lo que me gustaría que durmiera conmigo y que supiera lo feliz que me hace que esté aquí con nosotros.
Un día mientras caía una tromba de agua, como hacía meses que no caía, la veía mientras miraba a través de la ventana, le gusta mirar la lluvia caer. Entonces entendí algo, algo importante. Me da igual que no se deje tocar, que no confíe en nosotros por muchos esfuerzos y sobornos alimenticios que le demos, quiero que esté a salvo, que viva tranquila, adoptada, en lo que desde el día que llegó es su casa.
Todos queremos tener un gato cariñoso que nos despierte por las mañanas y nos haga carantoñas y juegos graciosos, pero…que pasa si no se deja tocar? que pasa si su pasado nos es incierto y ella no se fía de nadie? que hacemos con ella?
No podemos juzgarla, no sabemos que le pasó antes de rescatarla, antes de estar en la protectora, antes que El Jardinet dels gats la sacase de la inmundicia que supone vivir entre las rocas.
Mi gata no se deja tocar y me da exactamente igual, creo que adoptar no lleva implícita “la palmadita en la espalda” ni el ganarte el favor de nadie, lo único que lleva implícito es el echo de salvar una vida. A mi me vale con verla dormir a pata suelta en cualquier parte de mi casa, me vale con verla jugar con mis otros gatos que la quieren lo mismo que yo.
Es triste pensar que en una “cosmopolita” Barcelona nos encontremos con casos tan tremendos.
Mi gata no se deja tocar, solo conserva un diente y tiene un herpes crónico en los ojos… pero la quiero tanto..
La quiero por lo que es y por lo que representa para mi, no la quiero por lo que me gustaría que fuera, como en las buenas amistades. Me gusta mirarla como duerme y pensar que salio de la protectora, que salió del calle, que ahora ve la lluvia caer a través de una ventana y que ya no moja su piel. A mi, con eso, me vale.

Pin
Send
Share
Send
Send